#IoApro: a Pesaro decine di ristoranti e bar apriranno da venerdì. Ma la campagna porta a porta è appena iniziata

carriera 1' di lettura 12/01/2021 - "La misura è colma, sono terminati pazienza e soldi, siamo al collasso. Ci stiamo mettendo insieme con un unico obiettivo: la sopravvivenza della categoria. I ristori sono una mancia con la quale riusciamo a malapena a pagare le bollette di un mese, il sostegno delle istituzioni in questi quattro mesi non c'è mai stato".

"Solo promesse su promesse. Il governo non ci ha mai presentato un'indagine epidemiologica a sostegno del presunto contagio in determinate attività piuttosto che in altre, e l'aumento dei contagi durante il periodo delle festività natalizia sono segno tangibile di quanto detto sopra.

Decine di attività a Pesaro rischiano lo sfratto. Abbiamo emanato a livello nazionale un Dpcm autonomo che ci permetterà di lavorare in totale sicurezza, inserendo ulteriori restrizioni. Ad oggi in Italia #IoApro conta oltre 60.000 adesioni.

Il sindaco Ricci dall'inizio della pandemia non è più il sindaco di Pesaro, ma è un uomo del governo, preso a pallonate quotidianamente in televisione dalla parte più debole della società: il popolo.

Apriamo venerdì per non chiudere per sempre", conlcude Umberto Carriera..






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-01-2021 alle 21:50 sul giornale del 14 gennaio 2021 - 35281 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Umberto Carriera, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bI5E





logoEV