Delitto a Novilara, ennesimo femminicidio: una tragedia annunciata?

suicidio omicidio 1' di lettura 12/12/2020 - Pesaro è sconvolta dall'omicidio-suicidio che ieri è accaduto a Novilara. Un gesto barbaro del marito che prima ha sgozzato la moglie poi si è buttato dalle mura del borgo.

Lei, Simona Porceddu, 41 anni, era originaria di Quartu Sant'Elena in provincia di Cagliari, lui, Chouaye Mourad, 44enne marocchino, pregiudicato era uscito dal carcere da due settimane.

La coppia era sposata e aveva due bambine di 7 e 13 anni intercettate dai carabinieri prima di varcare la soglia di casa e scoprire il corpo della madre a terra in un bagno di sangue.

Non era la prima volta che il marito alzava le mani e picchiava la moglie, già in passato era stato denunciato per violenze domestiche. L'uomo era uscito dal carcere dopo avere scontato una condanna per spaccio. Ma la permanenza nella casa circondariale era dovuta anche all’ennesima denuncia da parte della donna, picchiata mentre il 44enne era in casa ai domiciliari.

Ieri purtroppo il triste epilogo di una storia tormentata. Questo il commento del vicesindaco Daniele Vimini: "Simona Porceddu, uccisa barbaramente dal marito appena uscito dal carcere, a sua volta suicidatosi. Alle due giovani figlie dovremo far pervenire il calore di tutta la comunità. Per tutti noi anche la consapevolezza che il femminicidio deve essere combattuto e contrastato con ogni mezzo, anche quando non si vede un'uscita, anche oggi che siamo senza parole".






Questo è un articolo pubblicato il 12-12-2020 alle 09:58 sul giornale del 13 dicembre 2020 - 33669 letture

In questo articolo si parla di cronaca, suicidio, redazione, omicidio, pesaro, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bFyV





logoEV
logoEV