Luca Storoni, Quartiere 1: "La pandemia non ha fermato il nostro spirito di iniziativa"

luca storoni 3' di lettura 02/12/2020 - Il quartiere è spesso chiamato a dare pareri dettati dall’urgenza dell’agire amministrativo. In questo primo anno il nostro consiglio di quartiere ha invece cercato di armonizzare le politiche comunali alle esigenze dei cittadini verificando l’impatto degli interventi privati e pubblici che toccano sia il costruito che la vita del quartiere.

Abbiamo iniziato con un documento di analisi sulla mobilità urbana con un focus sulla ZTL la cui gestione di difficile equilibrio necessita di un utilizzo aggiornato e più razionale. L’attuale rapporto di 1 posto auto per 4 permessi disattende le necessità minime dei residenti e al contempo non favorisce la valorizzazione culturale/turistica del centro storico. La mancata approvazione in questo 2020 del nuovo “Regolamento Comunale per la ZTL”, che prevede un nuovo impianto di telecontrollo per tutti i varchi d’ingresso e di uscita, non permette l’auspicata rimodulazione dei servizi: permessi di ingresso più stringenti, modifica dei tempi di sosta, permessi di transito temporanei per carico/scarico e/o lavori nè tantomeno la creazione di piazzole di sosta temporanea per i corrieri.

Abbiamo risposto agli uffici tecnici dell’urbanistica riportando le nostre osservazioni alle modifiche al PRG che riguardano lo snellimento delle pratiche di cambio di destinazione d’uso degli immobili perché non fosse alterata la vocazione commerciale di storiche strade del centro storico. Su due interventi privati di recupero in piazza G. Bruno e in p.le Cinelli, che incidono in maniera importante sul contesto urbano e sulla sua collettività, abbiamo evidenziato nel primo la criticità e la decontestualizzazione progettuale rispetto al valore storico e artistico del complesso del San Domenico che vi si affaccia, mentre nel secondo in p.le Cinelli la poca attenzione nei confronti delle esigenze dei cittadini che vivono o per necessità devono accedere alla struttura ospedaliera che si troverebbero un’area riqualificata ma con un nuovo problema di carenza di parcheggi.

Per valorizzare gli spazi pubblici abbiamo sostenuto e contribuito ad arrivare all’acquisizione da parte dell’Amm.ne Comunale e al successivo conferimento alla UISP - Unione Italiana Sport Popolari, insieme ad altre realtà del territorio, dell’area sportiva di via Luca della Robbia con strutture che erano da anni inutilizzate e abbandonate all’incuria del costruttore. Purtroppo l’obbligata chiusura delle attività sportive in questo periodo di pandemia e il non poter utilizzare a pieno i campi, ha portato come in altri parchi e piazze del quartiere a insediamenti di contesti sociali difficili che creano insicurezza tra i cittadini. Già nel mese di febbraio avevamo portato questo problema all’attenzione dell’amministrazione incontrando l’assessore alla sicurezza e il comandante della Polizia Municipale. Un tema sensibile al quale stiamo dando ulteriore risposta coinvolgendo anche i Servizi Sociali in un lavoro di rete con più soggetti per intercettare in particolare le situazioni di rischio e disagio giovanile.

Il nostro impegno nel mantenimento e cura dello spazio pubblico ci porterà infine a confrontarci prossimamente con l’assessorato e i responsabili dell’ambiente Aspes per la gestione e cura del verde e con Marche Multi Servizi per lo smaltimento dei rifiuti sulla base di un documento di analisi e proposte redatto nella scorsa estate.

La pandemia può essere il peggiore dei nemici per chi amministra ma non ha fermato il nostro spirito di iniziativa spingendoci a fare, ripensare o addirittura ipotizzare scenari nuovi. Per questo siamo certi di aver messo basi più solide per le tante cose che possiamo fare insieme continuando a valorizzare e armonizzare i nostri spazi pubblici.


da Luca Storoni
Presidente del Quartiere 1 Centro Storico





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-12-2020 alle 07:41 sul giornale del 03 dicembre 2020 - 549 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, luca storoni, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bEjv





logoEV