Voto fuorisede, Giovani Democratici: "Saniamo l'ingiustizia"

1' di lettura 24/11/2020 - Non si ferma l’attività politica dei Giovani Democratici Pesaro-Urbino nonostante il divieto di fare riunioni in presenza. Dopo le tre iniziative online su immigrazione, legalizzazione delle droghe leggere ed eutanasia discuteremo del diritto di voto fuorisede per studenti e lavoratori.

È giunto il momento di porre fine alla limitazione di un sacrosanto diritto sancito in Costituzione perché nel 2020 non è più tollerabile che migliaia e migliaia di persone debbano spendere soldi per poter votare contrariamente a quanto succede in diversi Paesi europei. Nella prossima legge elettorale, che inevitabilmente sarà approvata alla luce della vittoria del sí al recente Referendum Costituzionale, dovrà essere sanata questa ingiustizia garantendo il diritto di voto a chi studia o lavora lontano da casa.

Per questo venerdì 27 novembre alle 18.30 ci sarà un evento su questo tema in diretta dalla pagina Facebook “Giovani Democratici Pesaro-Urbino/ @giovanidempu ” insieme a Simona Malpezzi (Sottosegretario di Stato ai Rapporti col Parlamento), Andrea Giua (Coordinatore nazionale di Primavera degli Studenti), Thomas Osborn (Coordinatore Comitato “Voto dove vivo") e Alessandro De Nicola dei Giovani Democratici Marche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2020 alle 07:19 sul giornale del 25 novembre 2020 - 295 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, giovani democratici, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDeT





logoEV