Il Leone d'argento Lions alla migliore giovane attrice del Festival Nazionale d’Arte Drammatica

lions Festival Nazionale d’Arte Drammatica 2' di lettura 30/10/2020 - Il Lions Club Pesaro Host - si è pervenuti alla 24ª volta - a ricordo ed a riconoscimento del proprio socio, il prof. Vasili Bertoloni Meli, il quale, oltre ad essere stato uno valente docente di materie letterarie, nelle Scuole superiori cittadine, fu un appassionato studioso ed un accreditato autore di opere teatrali, ha continuato a donare, ogni anno, quale service, il tradizionale "Leone d'argento" alla miglior giovane attrice o attore del Festival Nazionale d’Arte Drammatica, manifestazione che, peraltro, ha avuto, quest'anno, la fortuna di realizzarsi nei tempi previsti, anticipando di un soffio la temporanea chiusura di cinema e teatri, quale è stata sancita con l'ultimo Decreto governativo.

Questa Rassegna teatrale pesarese, come noto, fra le più accreditate a livello nazionale, ha la qualifica di non aver mai avuto interruzioni, oltre al primato della longevità. Il lion Giovanni Paccapelo, entusiasta e competente, presidente da 17 anni anni dell'Associazione "Amici della prosa", organizzatrice di questo Festival, ideò tale service, nel 1997, nell'anno della sua presidenza al nostro Club.

Nella cerimonia di premiazione, avvenuta al Cinema "Astra", il sindaco Matteo Ricci, nel suo intervento, ha inteso rivolgere ringraziamenti, sia agli organizzatori, sia alle compagnie teatrali che, in un periodo quanto mai critico, per la pandemia, invece di desistere, hanno perseverato nel lodevole intento a favore della comunità di lavorare, formare e socializzare. Questo Festival ha, senz'altro, una connotazione ed un valore tradizionali per la nostra città.

Il "Leone d'argento" è stato, dunque, assegnato alla giovane attrice Marta Clemente, dell’Associazione culturale Teatro dei Dioscuri di Salerno per la qualificata interpretazione, nella commedia "Uomo e galantuomo" di Edoardo de Filippo, per la regia di Antonio Capogiro, pièce che, per giunta, si è aggiudicata il primo premio della Rassegna. Si è trattato di un testo particolare essenzialmente basato sul tema del doppio: realtà - finzione, comicità - drammaticità, attore – personaggio, miseria – ricchezza e per l'appunto “uomo – galantuomo”, all'interno di una cornice meta - teatrale che vede protagonista una sgangherata compagnia di palcoscenico. Esiste, in realtà, un inveterato legame fra il Festival Nazionale d’Arte Drammatica ed il Lions Club Pesaro Host perché Giovanni Paccapelo è succeduto, nell'incarico di responsabile di questa Rassegna, a Leonardo Luchetti, sempre lion, che l'aveva retta, con altrettanta bravura, per oltre un trentennio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2020 alle 00:41 sul giornale del 31 ottobre 2020 - 303 letture

In questo articolo si parla di lions club, pesaro, lions club pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bAbl





logoEV