Installazione antenne 5G a Pesaro, pioggia di richieste da Iliad

2' di lettura 24/10/2020 - Qual'è la situazione 5G a Pesaro? Per rispondere a questa domanda, il consigliere comunale Emanuele Gambini di Prima c'è Pesaro ha posto un'interrogazione al Comune di Pesaro.

Se da un lato le famose antenne 5G ci consentiranno di usufruire di tanti accattivanti servizi, tra cui la realtà aumentata, dall'altro è alta l'attenzione di ambientalisti e salutisti che le giudicano dannose per la salute. Al momento risultano installati nel Comune di Pesaro e attivi a settembre 2020, 101 impianti di telefonia mobile con "vecchie antenne" e tutti i siti di telefonia rispettano i limiti di cui al D.P.C.M 8/7/2003 in riferimento alle emissioni elettromagnetiche.

Ma non mancano le richieste per nuove installazioni 5G. Attualmente sembra che Iliad sia nella fase di installazione in alcune città italiane, ma non a Pesaro, dove comunque sono pervenute richieste da parte dell'operatore.

La tecnologia 5G si sviluppa su 3 bande di frequenza, 694-790 MHZ, 3,5-3,8 MHz e 26,5- 27,5 GHz. Nel Comune di Pesaro sono pervenute soltanto richieste per le prime due bande di frequenze la cui copertura viene primariamente assicurata mediante l'utilizzo delle infrastrutture esistenti. Per la tecnologia a 26,5- 27,5 GHz, che richiede una molteplicità di punti di accesso, non sono pervenute richieste.

Al momento una richiesta è pervenuta da WindTre per la frequenza 3,6 MHz con installazione al parcheggio San Decenzio, mentre sono 12 le richieste di Iliad per frequenze di 700 e 7,7 MHz nelle seguenti vie: via Mirabelli, via degli Abeti, via Trometta, via Cherubini, via Fratti, piazza della Libertà, via del Burano, via Liguria e strada comunale Roncaglia Vecchia.

Si tratta di pannelli che vengono integrati con i già esistenti impianti 3G e 4G. Iliad 5G, le frequenze liad potrà offrire il 5G sfruttando le frequenze che ha acquisito all’asta che si è tenuta al Ministero dello Sviluppo economico ad ottobre 2018. Ad Iliad sono stati assegnati 10 Mhz sulla frequenza a 700 Mhz, considerata importante perché garantisce una copertura a lungo raggio e una maggiore penetrazione negli edifici. Questo blocco di frequenza è stato assegnato ad Iliad senza partecipare all’asta, ma in qualità di “nuovo entrante”.

Tale frequenza però sarà disponibile soltanto dal 2022, in quanto attualmente è occupata dai canali televisivi del digitale terreste.

"Teniamo sotto controllo lo sviluppo di questa tecnologia e terremo informati i cittadini", conclude il consigliere Gambini.








Questo è un articolo pubblicato il 24-10-2020 alle 11:30 sul giornale del 25 ottobre 2020 - 6283 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, articolo, 5g

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzzQ





logoEV
logoEV
logoEV