La sfida delle elezioni Elezioni Regionali 2020: si parte da 4 a 2 per il Centro Sinistra, i sondaggi prevedono un ribaltamento

2' di lettura 10/08/2020 - Dopo lo slittamento causa Covid-19 sono attese per l’autunno 2020 le Elezioni Regionali che si terranno il 20 e 21 settembre e che coinvolgono le regioni Liguria, Veneto, Toscana, Puglia, Campania e Marche.

L’agenzia Dire ha commissionato L’istituto di ricerca Tecnè di realizzare i sondaggi per capire cosa la politica nazionale può aspettarsi da queste elezioni e le ultime pubblicazioni sono risalenti al 7 agosto.

Secondo questi campioni la politica del territorio nazionale si potrebbe ribaltare: sembra esserci la probabilità che si passi da due regioni governate dal Centro Destra (Liguria e Veneto) e quattro dal Centro Sinistra (Toscana, Puglia, Campania e Marche), a quattro governate dal Centro Destra e due dal Centro Sinistra: difatti ad oggi c’è un leggero vantaggio del Centro Destra nei territori Puglia e Marche.

La Liguria, fino ad oggi governata dal Centro Destra con Giovanni Toti, prevede la conferma dello stesso presidente uscente con il 51%-55% dei voti contro il 39%-43% di Ferruccio Sansa della coalizione Centro Sinistra - M5S.

Netto vantaggio del Centro Destra in Veneto dove il presidente uscente Luca Zaia ha raccolto il 68%-72% dei voti, contro il 16%-20% del Centro Sinistra rappresentato da Arturo Lorenzoni.

Sembra confermarsi il Centro Sinistra in Toscana con una leggera maggioranza con il 44%-48% dei voti per Eugenio Giani contro il 38,5%-42,5% del Centro Destra rappresentato da Susanna Ceccardi.

In Puglia è invece più incerta la situazione: infatti il 52% dei votanti ha dichiarato di essere indeciso o si è astenuto dal voto. Secondo le statistiche del 48% dei votanti, il candidato Raffaele Fitto del Centro Destra sembrerebbe in leggero vantaggio con il 40%-44% dei voti, contro il presidente uscente Michele Emiliano del Centro Sinistra che invece raccoglie il 35%-39% dei consensi.

In bilico anche la situazione in Campania, dove il 53% si è astenuto dal voto e solo il 47% ha dichiarato la propria preferenza. Il 47% dei votanti sembra voler riconfermare Vincenzo De Luca del Centro Sinistra con il 42,5%-46,5% dei consensi. La vittoria contro il Centro Destra non risulterebbe però schiacciante: infatti Stefano Caldoro ha raggiunto il 37%-41% dei voti.

Il Centro Sinistra che attualmente governa la regione Marche con Luca Ceriscioli potrebbe essere battuto dal Centro Destra: infatti Francesco Acquaroli ha raccolto il 43,5%-47,5% dei voti, contro il 36%-40% del Centro Sinistra con rappresentante Maurizio Mangialardi.






Questo è un articolo pubblicato il 10-08-2020 alle 09:45 sul giornale del 11 agosto 2020 - 685 letture

In questo articolo si parla di politica, articolo, Netanya Primicino Coen, qui elezioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bs2V


logoEV
logoEV