Ricci su Acquaroli, la replica di Fratelli d'Italia alle dichiarazioni rilasciate dal sindaco

matteo ricci 2' di lettura 06/08/2020 - Come gruppo Fratelli d’Italia Pesaro ci troviamo spesso spiazzati dalle dichiarazioni del Primo Cittadino della nostra città e non possiamo esimerci dal replicare anche questa volta ad esternazioni al limite della querela.

Nell’intervista rilasciata ad un quotidiano locale Lunedì u.s. alla domanda su cosa pensasse del Candidato alla guida della Regione del Centro Destra Francesco Acquaroli ha così risposto: «Per noi è il candidato migliore: un estremista…. il candidato della marcia su Roma. Poi è sconosciuto, se entra in un bar o attraversa la piazza della mia città, per esempio, nonostante le gigantografie non lo riconoscerebbe nessuno. Non ha nessuna familiarità con la complessità delle Marche».

Lasciando da parte la prima affermazione con la quale addita il Candidato alla presidenza della Regione per il centrodestra Francesco Acquaroli di estremismo, definendolo il candidato della Marcia su Roma (cosa smentita più volte da Acquaroli stesso), quello che lascia perplessi è l’interpretazione tutta “ricciana” per la quale conta più la visibilità, che non il merito e la competenza per ricoprire un determinato ruolo. La visibilità l’apparire a tutti i costi, la smodata ricerca di mettersi in mostra viene per il Sindaco prima di tutto del resto, non a caso è diventata la sua caratteristica distintiva, il suo marchio di fabbrica…. “appaio ergo sum”.

Lui ama giudicare, dall’alto del suo pensiero monocratico dell’uomo solo al comando senza avere l’umiltà di conoscere la storia del suo avversari e qui si sposa bene una celebre frase di Oscar Wilde che diceva: "Ci sono persone che credono di sapere tutto ed è purtroppo tutto quello che sanno". Tale approccio, aggiunto ad un narcisismo dilagante, si traduce, in un accanito disprezzo per l'avversario di turno.

La sua natura, che tutto giudica e niente filtra, si manifesta in un iperindividualismo etico, che, non a caso disdegna condivisioni sociali, e in un altrettanto inevitabile snobismo nei confronti dei propri sodali di partito, (vedi il caso dell’intitolazione dei giardini di Pz.le Matteotti nonostante la contrarietà dei suoi consiglieri di maggioranza).

Ultima ma non ultima l’affermazione - del tutto falsa e fuorviante- con la quale arriva persino ad accusare il Candidato Acquaroli di non avere nessuna familiarità con la complessità delle Marche, quando al contrario quest’ultimo ha cominciato a fare politica giovanissimo dapprima come Consigliere Comunale di Potenza Picena di cui è stato poi eletto Primo cittadino, passando per il Consiglio Regionale ed infine eletto Deputato alla Camera nel collegio marchigiano, ruolo, quest’ultimo, di più alta ed autorevole rappresentanza della nostra regione... Se questa non è malafede politica diteci voi cos’è.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-08-2020 alle 00:28 sul giornale del 07 agosto 2020 - 3106 letture

In questo articolo si parla di politica, Fdi Pesaro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsH7





logoEV