Gradara, il borgo sempre più bello e accogliente: nuova sede informazione turistica e restyling del centro storico

gradara 5' di lettura 10/07/2020 - Il borgo di Gradara sempre più accogliente e pronto a ricevere turisti e visitatori. Dopo la lunga chiusura all’attività turistica della cittadella medievale, dovuta all’emergenza coronavirus, Gradara riparte con slancio a cominciare dalla prima fase di ricezione e contatto diretto con il pubblico.

È stata infatti predisposta una nuova sede per l’accoglienza e l’informazione turistica in via Mancini, nei pressi del principale ingresso del centro storico, fortemente voluta dall’amministrazione comunale.

“L’emergenza covid ha impedito l’afflusso di visitatori nel periodo primaverile che per il nostro turismo e sempre stata una stagione di punta” – esordisce il Sindaco Filippo Gasperi. “Gradara da marzo a giugno è sempre stata destinazione privilegiata per scolaresche in viaggio d’istruzione e per le gite fuori porta di famiglie e coppie, senza dimenticare i tanti gruppi organizzati di turisti italiani e stranieri che regolarmente visitano il nostro bel borgo durante le vacanze pasquali. Il blocco obbligato ma necessario del lockdown ha determinato gravi perdite sia per il Comune che per tutte le attività commerciali - come ristoranti e negozi - che vivono di turismo. Lungi dall’abbatterci però ci siamo preparati ad affrontare al meglio le prossime stagioni partendo proprio dalla riorganizzazione della fase di ricezione e primo contatto con il pubblico. La nuova sede di accoglienza e informazione sarà un punto di riferimento per turisti e visitatori; ubicata in una posizione comoda e funzionale, vicina ai parcheggi e proprio all’ingresso del centro storico, ha spazi adeguati anche per la disposizione di materiali informativi. Inoltre, come prevedono le nuove normative sulla sicurezza per l’accesso ai luoghi pubblici, è dotata di varchi distinti per l’entrata e l’uscita. Il personale preposto, costituito dai volontari e dipendenti della Pro loco di Gradara, garantirà l’apertura al pubblico sia il mattino che il pomeriggio e - a seconda delle necessità - anche in orario serale. Tutto questo ovviamente non sarebbe stato possibile senza la generosità di RivieraBanca, e del suo Presidente Fausto Caldari, che ha messo a disposizione gratuitamente i locali di sua proprietà”

“RivieraBanca continua ad avere un grande senso di attaccamento, per Gradara e per le sue origini – afferma il presidente di RivieraBanca Fausto Caldari – e una forte matrice volta al sociale e al supporto del territorio. Siamo orgogliosi di avere destinato questi spazi, posti proprio all’ingresso del borgo di Paolo e Francesca, per contribuire a dare un forte segnale per il turismo gradarese, e non solo. Il Comune di Gradara e le associazioni turistiche locali avranno a disposizione un luogo ideale e strategico, per l’accoglienza e per attuare delle concrete e propizie azioni di sviluppo turistico, soprattutto in rapporto alla pandemia che ha fortemente danneggiato e compromesso la stagione primaverile ed estiva dei nostri luoghi”.

“Ci sono gesti che sembrano scontati, ci sono momenti in cui tutto può sembrare difficile come il periodo che stiamo superando con grande forza e che ci ha dimostrato quanto sia davvero importante restare uniti e condividere” – commenta il Presidente di Pro Loco Gradara Tiziano Marchetti. “Come diceva l’imprenditore Henry Ford «Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme un successo». L’apertura del nuovo punto di informazione turistica che ci consente di accogliere i nostri visitatori con l'entusiasmo che ci contraddistingue avviene grazie alla collaborazione tra Amministrazione Comunale e RivieraBanca ai quali va tutta la nostra riconoscenza”.

Ad attrezzare gli interni delle nuova sede con arredi funzionali ha provveduto gratuitamente A1 Arredamenti di Gianluca Marsili che dichiara: “E’ un piacere partecipare a questa bella iniziativa. Il nostro territorio è la nostra Azienda. Ritengo che anche con piccoli gesti chi ne ha la possibilità possa contribuire alla realizzazione di grandi progetti; soprattutto in questo momento la ripartenza deve avvenire in maniera rapida per riprendere il terreno perso ed occorre dare dei segnali positivi a tutta la collettività. La nuova sede per l’accoglienza turistica a Gradara è uno di questi!”

“Stiamo mettendo in campo una serie di azioni per rendere il nostro borgo sempre più gradevole ed ospitale” – prosegue Gasperi. “Proprio in questi giorni stiamo ultimando il piano di riqualificazione urbanistica che prevede l’aggiornamento della cartellonistica informativa con l’installazione di tre grandi pannelli che verranno collocati in piazzale Paolo e Francesca – parcheggio dei pullman e camper – e piazzale Mancini sotto le mura. Saranno sostituiti i cestini porta rifiuti con nuovi elementi più funzionali ed esteticamente gradevoli, realizzati - su progetto del designer Pietro Ciotti - dalla Carpenteria Codignoli di Gradara. L’azienda “Il Giardiniere di Corte”, di Enzo Smacchia, penserà a dotare ogni finestra dei palazzi di proprietà comunale del centro storico di una fioriera in ferro battuto realizzata ad hoc. Inoltre verranno sostituite le indicazioni stradali come le vie e i numeri civici del centro storico con pregiate produzioni artigianali in ceramica realizzate da Ilario Giardini, un artigiano locale, che contribuiranno a valorizzare la caratteristica bellezza del nostro borgo. Dunque, un borgo più accogliente e curato fin nel minimo dettaglio con una speciale attenzione al sostegno dell’economia e all’artigianato locale perché ci siamo avvalsi di competenze e risorse umane del territorio. Tutto questo finanziato da un bando della Regione Marche vinto dall’Ufficio Europa del Comune di Gradara. Non mancheranno ovviamente iniziative ed eventi che, nel rispetto della sicurezza, offriranno occasione di svago e intrattenimento per tutti.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2020 alle 09:44 sul giornale del 11 luglio 2020 - 422 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, gradara, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqjm