Pd: "Le mozioni della destra sull’ospedale pretestuose e basate su dati non corretti. Ecco perché abbiamo votato contro"

Massimiliano Amadori 3' di lettura 23/06/2020 - Come Gruppo consiliare PD abbiamo respinto la mozione d'urgenza per "Ripristino operatività Ospedale San Salvatore", che presentava una prefazione sbilenca e colpevolizzante l'organizzazione sanitaria ospedaliera e territoriale di gravi criticità organizzative, e della carenza di personale, accusandola di non ritenere indispensabili le specialità più complesse, messe nelle condizioni di non operare.

Venivano inoltre riportati dati errati dei posti letto disponibili nei vari reparti, i numeri indicati semplicemente non corrispondevano alla realtà. Era evidente un astio politico verso l'azienda ospedaliera, messa in cattiva luce dopo i grandi sforzi affrontati da tutto il personale medico, infermieristico ed assistenziale per far fronte alla pandemia. È invece grazie al lavoro incessante di coloro che lavorano all'interno dei reparti ospedalieri che si sta tornando lentamente alla normalità. Sindaco e Giunta tengono costantemente i contatti con la Regione Marche e azienda ospedaliera; da sabato scorso l'ospedale San Salvatore è Covid-free e già da tempo si è ripresa l'organizzazione dei reparti specialistici. Pertanto è stata respinta la mozione, nel pieno rispetto di un'azienda e di tutto il personale ospedaliero che si sta prodigano per tutti noi, non meritando certo le accuse esposte nella mozione. Al contrario, è indispensabile tutto l'appoggio che la politica può mettere in campo per il miglioramento del servizio sanitario territoriale.

Abbiamo inoltre respinto la mozione per la "Predisposizione di postazione di controllo fissa h24 all’interno dell’ospedale di Pesaro denominato San Salvatore”. Siamo certi che la sicurezza degli operatori e dei pazienti sia una priorità per Marche Nord. Anche su nostra sollecitazione, l'azienda si è infatti mossa negli anni passati e anche nella settimana successiva all'episodio di aggressione a cui si fa riferimento in questa mozione. Siamo stati informati di un incontro tra l'azienda ospedaliera e i sindacati territoriali del comparto sulla sicurezza all'interno delle strutture dei tre presidi ospedalieri. A seguito di una specifica richiesta d'incontro dell'azienda ospedaliera e grazie alla disponibilità del Prefetto si è tenuta una riunione tecnica di coordinamento, in cui si è disposto, d'intesa con i vertici provinciali delle forze di polizia, un'intensificazione dell'attività di controllo nei pressi delle strutture ospedaliere.

Ricordiamo inoltre tutte le misure già attive e previste dall'azienda: dalle telecamere posizionate nei punti sensibili, all'attivazione, già dal 2015, della vigilanza armata già incrementata da 2 a 3 passaggi. In più, l'azienda sta valutando di incrementare ulteriormente il servizio. Infine in accordo con la questura sono stati posizionati, dal 2018, due pulsanti nei due triage dei pronto soccorso sia di Fano che Pesaro che attivano a chiamata diretta la volante in caso di bisogno. Pertanto, ritenendo che la strada intrapresa dall'azienda ospedaliera, in accordo con la Prefettura, sia quella giusta, non possiamo accogliere la mozione così formulata. Continueremo a sostenere il grande lavoro degli operatori sanitari tutti.


da Massimiliano Amadori
Capogruppo PD Pesaro





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2020 alle 02:21 sul giornale del 24 giugno 2020 - 481 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, Pd pesaro, Capogruppo PD, Massimiliano Amadori, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/boIV





logoEV
logoEV
logoEV