Progetto sperimentale di vita indipendente delle persone con disabilità

Sara Mengucci 3' di lettura 19/06/2020 - Il Comune di Pesaro, quale ente capofila dell’Ambito Territoriale Sociale n.1, in esecuzione delle direttive nazionali (DDM 669/2018 e DPCM del 21.11.2019) e regionali (Delibera 485/2020) rende note le procedure amministrative da porre in essere, nonché tempi e modalità per la presentazione delle domande relative all’erogazione di finanziamenti di progetti di Vita Indipendente ministeriale Fondo 2019.

La Presidente del Comitato dei Sindaci, Sara Mengucci, sottolinea l’importanza della continuità progettuale già sperimentata nel nostro territorio attraverso il finanziamento del Fondo 2018, a favore di dieci soggetti. Anche la nuova progettualità, prevede una quota pari ad € 100.000,00 di cui 20.000,00 quale co-finanziamento regionale. “Con il presente bando - evidenzia la Presidente - si intende rinforzare i percorsi di Vita Indipendente prevedendo per i cittadini afferenti i Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale n.1 diverse tipologie di intervento ed ampliando l’opportunità anche a coloro che sono inseriti nei percorsi di Vita Indipendente regionale per la quota “eccedente” non riconosciuta dal finanziamento regionale; si confermano le azioni relative alla macro-area assistente personale e domotica, ma si è scelto di ampliare l’offerta territoriale anche a due nuove macro-aree quali: abitare in autonomia e trasporto sociale”.

E ancora: “Ciò che riteniamo di massima importanza è la possibilità per le persone adulte con disabilità grave di attivare processi di autodeterminazione nella gestione della propria esistenza in tutte le sue espressioni, diventando "soggetto attivo" e protagonista della propria vita”.

Il bando pubblicato in data 17.06.2020 è il risultato di un lavoro sinergico tra diversi partner del territorio locale e regionale: ATS 1, Comune di Pesaro, ASUR AV1 nello specifico il Servizio UMEA, AVI Marche (Associazione Vita Indipendente Marche) che da anni è impegnata in prima linea a favore delle persone con disabilità, nonché Regione Marche. La richiesta di progetto personalizzato di Vita Indipendente, dovrà essere inviata all’ATS n. 1 entro il 10 LUGLIO 2020 in base ad una delle seguenti modalità:

1. tramessa via PEC all’indirizzo di posta certificata del Comune di Pesaro: comune.pesaro@emarche.it;
2. inviata all’indirizzo di posta elettronica del Comune di Pesaro, allegando documento di riconoscimento: protocollo@comune.pesaro.pu.it;
3. spedita con Raccomandata A.R. all’indirizzo del Comune di Pesaro – Piazza del Popolo 1 – 61121 Pesaro;

I modelli di domanda possono essere richiesti via mail ai referenti dei Servizi Sociali del Comune di appartenenza o scaricabili: • dal sito dell’ ATS 1: http://www.comune.pesaro.pu.it Area Tematica ATS 1- Disabilità; • dai siti istituzionali dei Comuni dell’ATS n.1 (Gabicce Mare-Gradara-Mombaroccio- Monteciccardo –Montelabbate – Pesaro – Tavullia - Vallefoglia)

“Questo percorso - conclude il Presidente - si colloca all’interno dell’offerta promossa nel nostro territorio a favore di persone in situazione di disabilità, come il bando Disabilità Gravissime che questo anno, nonostante l’Emergenza Covid, ha visto un nuovo aumento di richieste, passando da 194 a 206 domande, ed il bando relativo allo Spettro Autistico che è passato da 54 a 59 domande”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2020 alle 07:16 sul giornale del 20 giugno 2020 - 866 letture

In questo articolo si parla di pesaro, Comune di Pesaro, sara mengucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/booe





logoEV
logoEV
logoEV