Villa Fastiggi, Biancani: “Attivare quanto prima i servizi previsti, priorità ai posti letto dedicati alle persone in stato vegetativo”

struttura socio-sanitaria di Villa Fastiggi 3' di lettura 05/06/2020 - Favorire una rapida conclusione dell’iter autorizzativo per l’avvio delle attività ordinarie della struttura di Villa Fastiggi, in particolare per i posti letto dedicati alle persone in stato vegetativo. E’ la richiesta del consigliere Andrea Biancani che ha presentato una interrogazione per accelerare l’iter burocratico.

“La strutture di villa Fastiggi- spiega Biancani- presentata nel maggio 2019, è stata pensata per offrire servizi di riabilitazione intensiva e semintensiva e per accogliere persone in coma, stato vegetativo o di minima coscienza, in fase postacuta o lungodegenza, persone con disabilità gravissime e anziani non autosufficienti. Da tempo la popolazione e le associazioni locali chiedevano una struttura che offrisse servizi di assistenza avanzata e complessa nei confronti dei pazienti in stato vegetativo e di riabilitazione neurologica, in considerazione del fatto che le famiglie erano costrette a rivolgersi a strutture private emiliano-romagnole e la distanza creava loro enormi disagi che andavano a sommarsi alle già drammatiche situazioni.

Prima dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19 la struttura non aveva ancora avviato le sue attività, dato che erano in corso gli iter autorizzativi, ma data l’emergenza pandemica è stata resa di fatto operativa ed in questi mesi ha accolto pazienti Covid- 19 positivi in fase post-critica. Con DGR 359 del 17 Marzo 2020 infatti la Regione Marche ha adottato un accordo temporaneo con ARIS ed integrato il precedente accordo temporaneo con AIOP (approvato con DGR 346/2020) per la messa a disposizione di strutture private per accogliere pazienti Covid-19 e fra le strutture private oggetto dell’accordo c’era anche Villa Fastiggi che, con l’accelerazione dell’iter burocratico è stata velocemente resa operativa con la messa in sicurezza dei reparti già allestiti per l’originaria destinazione prima dell’emergenza.

Ad oggi la pressione sulle strutture sanitarie per la cura dei pazienti affetti da Covid-19 sta diminuendo e l’accordo stipulato con i gestori della struttura di Villa Fastiggi scadrà a breve. I bisogni ordinari di assistenza sanitaria nei territori invece continuano ad essere molto forti e le famiglie aspettano di poter usufruire di tale struttura. Con l’interrogazione presentata chiedo di incentivare una rapida conclusione dell’iter autorizzativo per l’avvio delle attività ordinarie della struttura, in particolare per i posti letto dedicati alle persone in stato vegetativo. L’iter autorizzativo richiesto dai due gestori: Kos Care e Consorzio Villa Fastiggi è importantissimo perché è proprio grazie alla firma della convenzione che autorizza i due gestori ad operare nella sanità regionale che gli altissimi costi delle prestazioni saranno sostenuti dalla Regione.

Come ho avuto modo di sottolineare più volte, i posti per i pazienti in stato vegetativo sono prioritari, in questo modo si riuscirà a dare finalmente una risposta ai familiari di queste persone, senza contare che si riuscirà a ridurre in maniera significativa il fenomeno della mobilità passiva. Ritengo comunque importante che vengano attivati tutti i servizi previsti all’origine quanto prima per rispondere ad una esigenza manifestata dai cittadini e dalla associazioni del territorio e sono convinto che il presidente Ceriscioli si adopererà per riuscire a trovare una soluzione in tempi rapidi”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-06-2020 alle 08:28 sul giornale del 06 giugno 2020 - 478 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bnb2





logoEV