Biancani: "Dalla Regione oltre 210 milioni di euro per aiutare le attività economiche, i lavoratori autonomi e le famiglie più in difficoltà per il Coronavirus"

Andrea Biancani Presidente Commissione Ambiente Regione Marche 2' di lettura 29/05/2020 - «Una manovra di oltre 210 milioni di euro per aiutare la ripartenza delle Marche e raccogliere le richieste di aiuto che in questi ultimi mesi sono arrivate dal tessuto economico, ma anche dalle famiglie, dal mondo dei servizi e dell'associazionismo».

E' l'obiettivo delle misure straordinarie connesse all'emergenza Covid-19 discusse in Consiglio regionale e sulle quali il consigliere Andrea Biancani (Pd) esprime un giudizio positivo, «perché per ripartire dobbiamo pensare alle imprese, ma anche ai cittadini che rischiano l'esclusione sociale».

«Aiutiamo l'economia, senza dimenticare il sociale – spiega Biancani –. Questi fondi, complessivamente 210 milioni, prevedono investimenti e contributi a fondo perduto che verranno assegnati sulla base di reali condizioni di criticità, scegliendo quelle categorie che hanno maggiormente subito le conseguenze del Coronavirus. Sulle modalità di erogazione, le parole d'ordine sono semplificazione e celerità, per questo nelle linee guida redatte in Commissione bilancio per dare indicazioni alla Giunta regionale abbiamo proposto piattaforme digitali e autocertificazione».

Tra i settori sui quali si indirizzano le risorse ci sono contributi a fondo perduto per le imprese del commercio, dell'artigianato, del turismo, della ristorazione, dell'accoglienza e per i lavoratori autonomi che hanno visto ridurre il volume d'affari. «Mi fa piacere che siano state accolte molte delle richieste che in queste settimane ho presentato attraverso interrogazioni e mozioni – afferma Biancani -. Arriveranno contributi per aiutare le famiglie con disabili, per le Fondazioni e le Onlus che hanno integrato l'assistenza domiciliare o fornito servizi durante l'emergenza, per i volontari della Protezione civile. Sarà incrementato il fondo di emergenza per i lavoratori precari della cultura e dello spettacolo e c'è l'impegno ad aiutare le realtà sportive che hanno elevati costi di gestione degli impianti e hanno subito ingenti perdite».

Nella manovra disponibilità a valutare anche l'ampliamento del bonus bici ai comuni sotto i 50 mila abitanti, per il quale saranno stabiliti criteri di accesso. «Una buona notizia per la mobilità sostenibile – conclude Biancani -, a dimostrazione che questa manovra ha una visione ampia, con l'intenzione di investire, oltre che sull'economia, anche sull'ambiente, sulla cultura, sui servizi sociali e sul terzo settore. Ringrazio il presidente Ceriscioli che ha fortemente voluto questo provvedimento, frutto della collaborazione tra il Consiglio e la Giunta regionale».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2020 alle 19:44 sul giornale del 30 maggio 2020 - 375 letture

In questo articolo si parla di regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmNq





logoEV
logoEV