Coronavirus, M5S: "Azzerare i pagamenti relativi a Tari e Tosap per il periodo di sospensione delle attività"

TARI F24 tasse 2' di lettura 11/05/2020 - Non è la prima volta che insistiamo sulla necessità di una riduzione della pressione fiscale che mai come in questo momento rischia di asfissiare cittadini e imprese. Lo facciamo come al solito con proposte concrete che si basano sull’osservazione dei fatti e sul monitoraggio del territorio.

In un mare di ipotesi e supposizioni i dati certi sono che il lockdown imposto per contenere il contagio da Coronavirus, ha bloccato la quasi totalità di imprese e attività commerciali che oltre ad avere registrato zero incassi, si trovano a dover investire per attrezzarsi alle prescrizioni sul distanziamento fisico imposte per il contenimento del virus, che molto probabilmente, sono destinate a perdurare.

Lo strumento del rinvio della riscossione dei tributi è un palliativo che sposta un problema nel tempo ma non lo risolve, col risultato che le attività potrebbero essere costrette ad indebitarsi per far fronte ad una pressione fiscale che rischia di strangolarle. Chiediamo pertanto di azzerare i pagamenti relativi a Tari e Tosap per il periodo di sospensione delle attività, come già fatto in altri comuni d'Italia e in ogni caso, provvedendo ad un significativo ribasso della tassazione. Siamo ben consci del sacrificio che comporta questo taglio in termini di afflusso di entrate nelle casse comunali, tuttavia abbiamo il dovere di aiutare le aziende del nostro territorio mettendo in campo tutto ciò che rientra nelle competenze dell’amministrazione.

Sempre in ottica di aiuto ai piccoli imprenditori, siamo promotori di una proposta per concedere alle attività commerciali, turistiche e stagionali delle aree limitrofe al litorale l’autorizzazione di occupazione di suolo pubblico gratuitamente per predisporre tutto quanto necessario a garantire l’esercizio della propria attività nel rispetto delle normative in materia di prevenzione del contagio, ovviamente garantendo i passaggi pedonali, con particolare attenzione ai disabili. La questione della pedonalizzazione di viale Trieste torna in questo caso di grande importanza.

Sulla questione spiagge libere, la nostra posizione è molto chiara: le spiagge libere devono restare libere e gratuite per tutti. Il diritto all’accesso al mare con evidenti benefici sulla salute riguarda tutti e bisogna tutelare la parte di cittadinanza che desidera fruire di un bene naturale così importante.

Abbiamo anche chiesto l’istituzione di una Commissione Consigliare Speciale, visto l’impegno “pro bono publico” espresso da tutte le parti politiche dell’arco consiliare, che però si è concretizzato in un proliferare di proposte spesso molto simili che rischia di rallentare il flusso decisionale democratico. La quantità di atti prodotta e quelli che inevitabilmente verranno sviluppati nei prossimi giorni, necessita di un coordinamento politico e tecnico che possa snellire l’iter di approvazione da parte del Consiglio e messa in opera di tutto ciò che sia necessario attuare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-05-2020 alle 01:25 sul giornale del 12 maggio 2020 - 467 letture

In questo articolo si parla di tasse, politica, pesaro, Movimento 5 Stelle, TARI, F24, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/blq8





logoEV
logoEV
logoEV