La scuola non si ferma: “I futuri geometri progettano l’accessibilità”

2' di lettura 15/04/2020 - Mercoledì 15 Aprile 2020 la classe 4BCAT dell’I.T.E.T. “Bramante Genga” - indirizzo tecnologico ha incontrato virtualmente, tramite la piattaforma “hangout meet” della Suite for Education di Google, alcune realtà del territorio attive nel campo delle disabilità.

I ragazzi, che hanno già concluso il rilievo di due importanti piazze della città come Piazza del Popolo e Piazzale della Libertà (Palla di Pomodoro) coordinati dalla Prof.ssa Silvia Pensalfini e dal Tecnico del laboratorio di Topografia Nadia Mazzarella, stanno collaborando con il settore Opere Pubbliche del Comune di Pesaro (referente Arch. Stefano Amadio) nell’ambito del progetto e concorso Nazionale “I futuri geometri progettano l’accessibilità”.

Questo Concorso Nazionale bandito da FIABA Onlus e il CNGeGL - Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, in collaborazione con il Miur - nasce con il fine di sensibilizzare, sul tema della progettazione accessibile, gli studenti degli Istituti Tecnici indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio con un'esperienza pratica, ovvero la realizzazione di un progetto di abbattimento di barriere architettoniche.

Gli studenti e le studentesse con l’idea di comprendere a pieno le necessità di chi ha ridotte capacità motorie e/o sensoriali avrebbero dovuto incontrare le associazioni lo scorso 15 Marzo direttamente sui luoghi oggetto di studio; ma vista la recente emergenza Covid-19 si è deciso di effettuare lo stesso sopralluogo in modalità virtuale per dare continuità e degna conclusione a questo importante progetto interdisciplinare.

Dopo i saluti della Dott.ssa Anna Gennari, Dirigente del Bramante-Genga, che ha sin dall’inizio fortemente sostenuto il progetto, coordinati dal referente del progetto Prof. Luca Bondi sono intervenuti all’incontro: l’associazione “AIAS” rappresentata da un membro del Cda, Enrichetta Gorgoroni e da un educatore Fabio Baldini, e da alcune persone portatrici di handicap e loro familiari.

E’ stato un bellissimo incontro con numerosi interventi da parte sia degli studenti che oltre a raccontare le criticità che hanno evidenziato nella fase di rilievo, hanno posto quesiti ai presenti, sia da parte dei rappresentanti delle associazioni che da fruitori di tali spazi, hanno fornito preziosi suggerimenti. L’intervento poi del prof Paolucci è stato particolarmente concreto e rivolto alla fattibilità del progetto.

Sulla base delle riflessioni emerse nella mattinata e dei rilievi svolti dai ragazzi inizierà ora la parte di riprogettazione degli spazi in cui la classe, guidata dai proff.ri Paolucci Roberto e Bondi Luca, cercherà di perseguire l’obiettivo di ottenere ambienti urbani totalmente accessibili secondo i principi della Total Quality e dell’Universal Design.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-04-2020 alle 04:23 sul giornale del 16 aprile 2020 - 468 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, ricerca, istruzione, ministero dell'istruzione, ministero istruzione, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bjGq





logoEV