Tavullia: definiti i criteri per l'assegnazione dei buoni spesa

Tavullia 4' di lettura 02/04/2020 - Inizierà domenica la consegna dei buoni spesa alle famiglie bisognose, a Tavullia. Ieri la giunta comunale si è riunita per definire i criteri di assegnazione dei voucher alle persone in difficoltà, a causa dell'emergenza COVID-19, per l'acquisto di generi alimentari, beni di prima necessità e prodotti farmaceutici in base all'ordinanza della Protezione Civile che ha assegnato al Comune di Tavullia 50 mila euro dei 400 milioni di euro complessivi.

I criteri applicati a Tavullia, definiti all'interno di un quadro complessivo condiviso con i Comuni dell'Ambito territoriale sociale 1, coincidono con quelli di Gabicce Mare e Gradara. La modulistica, con tutte le indicazioni utili per ottenere il contributo e per effettuare l'autocertificazione sullo stato reddituale, è disponibile sul sito www.comuneditavullia.it e sull'app My Tavullia. Previsto un buono spesa da 100 euro per un nucleo familiare composto da un solo soggetto che viene incrementato di 60 euro ogni persona fino ad un massimo di 5 o più persone (es. importo massimo buona spesa per una famiglia composta da 5 o più persone è di 340 euro). Il bonus, suddiviso in ticket del valore di 20 euro ciascuno, potrà essere speso nelle attività di generi alimentari e beni di prima necessità e farmacie che hanno aderito all'iniziativa, entro il 30 Aprile.

"Domenica inizieremo la distribuzione dei buoni spesa consegnandoli casa per casa alle famiglie di Tavullia in difficoltà in seguito all'emergenza Coronavirus e, allegata al buono, ci sarà anche una lettera con l'elenco delle attività in cui poterli utilizzare – spiega il sindaco di Tavullia Francesca Paolucci – Si tratta di risorse aggiuntive a quelle del bilancio comunale per rispondere a esigenze primarie come appunto quella di fare la spesa. Un intervento utile ma ovviamente non risolutivo a cui confidiamo ne seguiranno altri per sostenere il reddito delle famiglie e l'attività delle imprese. Prevediamo inoltre la possibilità per il responsabile dei servizi sociali di assegnare risorse aggiuntive alle persone in difficoltà qualora dovesse riscontrare ulteriori esigenze".

In questi giorni insieme ai volontari di Tavullia, sindaco, assessori e consiglieri comunali, stanno distribuendo alle famiglie anche 3.000 mascherine ed un piccolo omaggio in vista delle festività pasquali. "Inizialmente abbiamo autonomamente acquistato 3.000 mascherine da due aziende, una di Pesaro e una di Tavullia – premette il sindaco di Tavullia Francesca Paolucci – Ma proprio oggi un'importanza azienda del territorio, la Stilef (imballaggi e scatolificio), ci ha comunicato che si farà carico della spesa di 2 mila delle 3 mila mascherine. Anche il Fans Club di Valentino Rossi ha voluto contribuire e si farà carico della spesa di altre 500 mascherine. Si tratta di mascherine utili per uso privato e non possono essere utilizzate come dispositivo di protezione individuale. Riteniamo però possano essere molto utili ad esempio per fare la spesa. Ne distribuiremo una per famiglia. E in questi giorni doneremo ad ogni bambino di Tavullia, di età compresa tra i 3 e gli 11 anni, anche un uovo di Pasqua. Il Comune ne ha acquistate oltre 700. Un piccolo gesto ma un segnale importante di vicinanza a tutte le famiglie, ed in particolare quelle più bisognose, in un momento così difficile per il nostro Comune. Restare dentro casa, evitare momenti di socialità e di aggregazione sono sacrifici che pesano per tutti i cittadini ma ancora di più per i nostri bambini che faticano a comprendere questa emergenza. Speriamo che l'uovo di Pasqua porti loro un sorriso ed una sensazione di “normalità”".

Un'emergenza che i cittadini di Tavullia stanno affrontando con responsabilità e disciplina. "Sono giorni difficili per tutti ma sono orgogliosa della nostra comunità – conclude Paolucci – Tutti i cittadini, salvo qualche eccezione, stanno rispettando le disposizioni del Governo restando in casa ed evitando di uscire o di formare assembramenti. Viviamo tra “due fuochi” a cavallo tra due territori contigui fortemente colpiti dall'emergenza: Pesaro Urbino e Rimini. Le interazioni, gli scambi e gli spostamenti tra questi due territori sono notevoli e quotidiani ed è dunque ancora più difficile rinunciarvi. Complessivamente sono 37 le persone positive a Tavullia di cui, purtroppo, 5 decedute. In questo momento il pensiero ed il cordoglio dell'amministrazione comunale va alle vittime ed ai loro famigliari. Per fortuna però ci sono anche 4 persone guarite. Segnali di speranza e fiducia convinti che insieme usciremo da questa emergenza e ci rialzeremo".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-04-2020 alle 10:20 sul giornale del 03 aprile 2020 - 573 letture

In questo articolo si parla di attualità, valentino rossi, tavullia, franco morbidelli, comune di Tavullia, tavullia in Moto, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biUv





logoEV