Coronavirus, nuove regole rifiuti: stop differenziata per chi è in quarantena

3' di lettura 28/03/2020 - Nuove regole nella gestione dei rifiuti. La regione Marche ha emesso un’ordinanza che disciplina la raccolta, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti urbani delle persone affette dalla patologia e a quelle in stato di quarantena obbligatoria.

Con riferimento alle misure di tutela dal Coronavirus (COVID - 2019) e alle indicazioni definite a livello regionale per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, MMS si è subito attivata per l’organizzazione del nuovo servizio affrontando le complessità e difficoltà del caso. In particolare si è attivata per acquisire il materiale idoneo al servizio, organizzare i giri di consegna dei kit e della raccolta sulla base dei soggetti la cui disponibilità è cominciata nella giornata di oggi. Pertanto da domani inizierà la progressiva consegna del kit composto da 2 tipi di sacchi, nastro adesivo e la seguente informativa:

La Regione Marche ha emesso l’ordinanza n.13 del 21/03/2020 che prescrive le modalità di raccolta dei rifiuti per le persone risultate positive al Covid-190 nonché per quelle sottoposte a provvedimento di quarantena obbligatoria. In base all’ordinanza per entrambe è sospesa ogni forma di raccolta differenziata e tutti i rifiuti prodotti dovranno essere conferiti come indifferenziati. In attuazione di tale misura Marche Multiservizi ha attivato il servizio di raccolta domiciliare, con la consegna di un Kit composto da sacchi di diversa dimensione e nastro adesivo.

La procedura è la seguente:
 Al riempimento del sacco più piccolo quest’ultimo va chiuso bene utilizzando il laccio di chiusura o il nastro adesivo fornito;
 Il sacco piccolo, chiuso, va riposto nel sacco più grande, che a sua volta va richiuso con il nastro adesivo fornito;
 Il sacco andrà esposto all’esterno della sua abitazione a piano strada, attenendosi ai giorni e fasce orarie indicate.

Per ulteriori informazioni può inviare una e-mail al seguente indirizzo: covid19@gruppomarchemultiservizi.it Sarà ricontattato/a nel più breve tempo possibile.

L’utente quindi dovrà attenersi alla seguente procedura:
- confezionare il sacco dell’indifferenziato, inserendo i propri rifiuti dentro sacchi più piccoli – nei quali andranno anche mascherine, guanti monouso e altri presidi sanitari – e chiuderli bene in un sacco più grande.
- Quest’ultimo ben chiuso andrà portato all’esterno dell’abitazione a piano strada nel giorno e fascia oraria che verrà indicato.

I rifiuti così raccolti saranno poi inviati presso il termovalorizzatore di Rimini al fine di garantire al massimo l’eliminazione immediata di qualsiasi fonte virale.

Vale la pena precisare che l’Istituto Superiore di Sanità ha emesso delle raccomandazioni per la gestione di tali rifiuti in maniera analoga a quella della raccolta indifferenziata che viene fatta normalmente dai gestori del pubblico servizio garantendo sia le famiglie che vivono questa particolare e critica situazione, sia gli addetti del servizio pubblico di raccolta, che vengono equipaggiati con speciali dispositivi di protezione individuale.

MMS pone il massimo rispetto per le famiglie che si trovano in tale situazione e ringrazia i propri operatori che fino ad oggi hanno manifestato senso del dovere con la costante presenza al lavoro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-03-2020 alle 10:19 sul giornale del 29 marzo 2020 - 4822 letture

In questo articolo si parla di attualità, Marche Multiservizi S.p.A, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biAy





logoEV