Commercialisti e Comune, nasce lo sportello per aspiranti imprenditori

Commercialisti e comune 3' di lettura 18/02/2020 - Uno sportello per consulenze gratuite ad aspiranti imprenditori immigrati e italiani in carico al Servizio Politiche sociali. Un’iniziativa nata dal protocollo firmato tra la Fondazione dell’Ordine dei commercialisti ed esperti contabili di Pesaro e Urbino, presieduta dal commercialista Athos Lazzari, e il Servizio Politiche Sociali del Comune.

La sede dello sportello sarà negli uffici in via Mameli dove, a rotazione, i commercialisti pesaresi si metteranno a disposizione degli utenti per offrire 2 consulenze gratuite a immigrati regolari usciti dai percorsi di accoglienza e motivati a sviluppare un’attività autonoma ma anche italiani inviati da assistenti sociali del Comune di Pesaro. Ma vediamo come funziona. Le consulenze vengono attivate su valutazione dell’assistente sociale che coordina il protocollo (Annalisa Spinaci). L’aspirante imprenditore dovrà avere alcuni requisiti per poter accedere allo sportello e alla consulenza, quali la situazione personale, la capacità di parlare e comprendere l’italiano, l’analisi delle esperienze lavorative, la capacità di gestione del bilancio familiare e la correttezza dei rapporti umani. Gli utenti individuati dal Comune potranno così usufruire delle consulenze del commercialista inviato, a rotazione, dal presidente Lazzari della Fondazione dell’Ordine dei commercialisti.

“Come amministrazione ci siamo sentiti in dovere di supportare queste persone non solo nella fase dell’accoglienza – spiega l’assessore alla Coesione e al Benessere, Mila Della Dora - ma anche in quella delle loro attitudini e predisposizioni professionali. Il nostro augurio è che questi utenti possano aprire un’attività in proprio creando anche opportunità di collaborazione con altre persone. Perché il benessere genera benessere”.

“Il commercialista svolge sempre di più un ruolo chiave nel tessuto sociale e non solamente economico del territorio – spiega il presidente della Fondazione Athos Lazzari – e il nostro impegno in questo progetto ne è un’ulteriore dimostrazione, incarna la funzione sociale della professione. Il nostro obiettivo, come Ordine e Fondazione, è quello di valorizzare la figura del commercialista come interlocutore insostituibile ai tavoli istituzionali, oltre che come professionista sempre più dalla parte del cittadino e utile alla comunità. E la Fondazione è lo strumento con cui il Consiglio dell’Ordine dei commercialisti cerca di raggiungere questi obiettivi. Il braccio operativo, snello, trasparente e senza finalità di lucro, che valorizza la figura del commercialista e dell’esperto contabile attraverso la preparazione dei praticanti, l’aggiornamento continuo degli iscritti mediante convegni culturali e scientifici sulle materie più propriamente professionali, la sovvenzione di borse di studio per agevolare l’inserimento professionale di giovani promettenti. In conclusione, non siamo solamente uomini di numeri ma persone sensibili anche alle esigenze e ai bisogni di coloro che sono socialmente più deboli”.

“Questo progetto rappresenta un’opportunità in più per quelle persone che sono in carico ai sevizi sociali, quindi per le fasce più fragili – interviene la dirigente del servizio, Mirella Simoncelli – Si tratta di strumenti innovativi nati all’interno di una sensibilità del Comune di Pesaro che è sempre molto impegnato sul terreno dell’accoglienza e dell’inclusione sociale, lavorativa e finanziaria degli immigrati, ma anche degli italiani, a 360 gradi”.

Conclude Annalisa Spinaci, la referente del progetto: “Progetto che offre un’opportunità a chi di solito è inquadrato in un’ottica solo assistenzialistica. La nostra è un’attività che non opererà su grandi numeri, ma se riusciremo a realizzare aspettative e desideri di qualcuno, avremo centuplicato il nostro lavoro”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-02-2020 alle 00:49 sul giornale del 19 febbraio 2020 - 1367 letture

In questo articolo si parla di cronaca, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgrP





logoEV
logoEV