Lavoro, Biancani: "Bando di 6 milioni di euro per gli enti formatori, ad aprile ulteriore bando di 3 milioni di euro per la formazione nelle imprese"

Andrea Biancani 3' di lettura 13/02/2020 - «Scade il 5 marzo il bando della Regione Marche aperto agli enti formatori». Lo comunica il consigliere regionale Andrea Biancani (Pd), dopo la discussione in Aula della sua interrogazione dedicata all'efficacia del sistema formativo, in particolare nel settore della meccanica.

«Il nostro obiettivo - spiega Biancani - deve essere quello di rendere il sistema della formazione più funzionale alle esigenze delle imprese e le misure messe in campo dalla Regione vanno in questa direzione». Il quesito era stato presentato lo scorso 20 gennaio, dopo l'appello di un imprenditore di Pesaro che aveva difficoltà ad individuare giovani tornitori e fresatori, e recepiva anche una serie di segnalazioni ricevute dal consigliere nel corso di sopralluoghi in aziende o da parte delle associazioni di categoria. Sono due i principali interventi attivati dalla Regione per il primo semestre del 2020 nell'ambito della formazione professionale.

«Il primo bando è già stato pubblicato ed è finanziato con 6 milioni di euro - puntualizza Biancani - Tra i corsi, il cui inizio è previsto tra luglio e settembre, gli enti formatori potranno proporre anche quelli per tornitori, fresatori e per altre professionalità specifiche». L'avviso è rivolto agli enti di formazione accreditati (enti di formazione pubblici e privati, associazioni di categoria, Università, Istituti di istruzione statali) che dovranno presentare domanda non in forma singola, ma associata. «Questa è un'opportunità importante anche per i nostri istituti superiori come ad esempio l'Istituto Benelli, l'Istituto Bramante-Genga e l'Istituto Agrario Cecchi». Il bando prevede anche la formazione per l'inclusione attiva per soggetti con disabilità e per disoccupati svantaggiati o di lunga durata.

La seconda misura messa in campo è un bando, la cui pubblicazione è prevista ad aprile, che stanzia 3 milioni di euro per la formazione all'interno delle imprese per i dipendenti, con l'obiettivo di riqualificarli professionalmente, acquisendo le conoscenze e le competenze necessarie per anticipare i processi di innovazione e di sviluppo. «Questa scelta - evidenzia Biancani - rappresenta un sostegno economico diretto per le imprese, che hanno sempre più bisogno di tenere aggiornati professionalmente i propri dipendenti, come più volte mi è stato sottolineato». Tra le nuove misure messe in campo ci sono anche le borse lavoro per laureati 'Torno subito', «un progetto innovativo che prevede finanziamenti regionali per svolgere esperienze formative all'estero, con la garanzia da parte delle aziende di assumere i ragazzi al ritorno».

«Per offrire risposte efficaci e in linea con il fabbisogno è necessario ascoltare i territori - conclude Biancani -. Molto positiva si è rivelata l'esperienza del tavolo per il lavoro e la formazione di Vallefoglia, nato con lo scopo di potenziare il dialogo tra il sistema produttivo e quello dell'istruzione. Ad oggi sono stati coinvolti circa 60 soggetti tra pubblici e privati (es. associazioni di categorie, sindacati, imprese del territorio, scuole ecc.), in grado di recepire le istanze provenienti dal mondo economico che ha permesso di avviare percorsi formativi professionalizzanti, svolti anche all'interno delle aziende. Sono tutte misure studiate per migliore il dialogo tra domanda e offerta di lavoro e ringrazio il Presidente Ceriscioli e l'Assessore Bravi per l'impegno dimostrato sul tema della formazione professionale».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-02-2020 alle 08:21 sul giornale del 14 febbraio 2020 - 1459 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgel





logoEV