Presentato il progetto UISP-Fondazione Vodafone Italia “Capitan Uncino: in mare aperto per tutte le abilità”.

3' di lettura 20/01/2020 - Prosegue e si rafforza l’impegno sociale della UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) di Pesaro Urbino, oggi coinvolta in prima persona nella presentazione del progetto UISP-Fondazione Vodafone Italia “Capitan Uncino: in mare aperto per tutte le abilità”.

Nella Sala dei Gruppi Consiliari del Comune di Pesaro sono intervenuti il Presidente Simone Ricciatti, la Responsabile Relazioni Esterne e Fundraising Mariassunta Abbagnara, la Presidente Anffas Pesaro Onlus Raffaella Lugli, l’Assessore al Benessere e all’Accoglienza Mila Della Dora, l’Assessore alla Solidarietà Sara Mengucci, il Docente del Liceo “T. Mamiani” Enzo Vagnini, l’Istruttore di Navigazione a Vela Giovanni De Martis e il Timoniere dell’imbarcazione Lupo d’Abruzzo Roberto Consani.

L’idea, per l’occasione calata nel contesto locale, prevede la sinergia di Anffas Pesaro Onlus e del Liceo “T. Mamiani”, realtà coinvolte per un totale di 30 tra ragazze e ragazzi nella realizzazione di una barca a vela in legno, da varare a Pesaro nel mese di giugno. Gli studenti liceali riceveranno in un primo momento una puntuale formazione specifica (filibusta) da formatori UISP. Solo poi le due componenti si uniranno per dare vita a un unico gruppo di lavoro, nel segno delle molteplici abilità.

“La Fondazione Vodafone Italia ha scelto il nostro territorio – afferma la Responsabile Relazioni Esterne e Fundraising UISP Mariassunta Abbagnara – Attraverso OSO finanzia progetti sullo sport e sulla disabilità. A livello nazionale siamo sei comitati coinvolti. Il progetto prende spunto dalla metafora della filibusta, intesa come mutua collaborazione. L’iniziativa si articola in tre fasi: una teorica, fatta di laboratori e incontri su filibusta e navigazione a vela, in collaborazione con l’Istruttore di Navigazione a Vela Giovanni De Martis; una pratica, in cui i ragazzi si incontreranno per realizzare la barca sotto la guida del Maestro d’Ascia Maurizio Crescentini e del Timoniere dell’imbarcazione Lupo d’Abruzzo Roberto Consani; infine a giugno il varo locale a Pesaro, in collaborazione con la Capitaneria di Porto, seguito da quello nazionale a Civitavecchia”.

A dir poco propositive le parole della Presidente Anffas Pesaro Onlus Raffaella Lugli: “Abbiamo accettato con entusiasmo la richiesta di partecipazione. Già da dieci ani la nostra associazione collabora col Circolo Velico Ardizio. Per noi è un’ulteriore iniziativa per approfondire questo aspetto, dalla parte ludica alla costruzione della vela”.

Sul fronte istituzionale, soddisfazione nelle dichiarazioni dell’Assessore al Benessere e all’Accoglienza Mila Della Dora: “Questa è la testimonianza che le istituzioni hanno inciso. Per noi è un’iniziativa interessante che coinvolge sempre più noi e i cittadini”. Di segno simile le parole dell’Assessore alla Solidarietà Sara Mengucci: “Un progetto interessante e innovativo, che coniuga l’aspetto pratico al tema dell’integrazione. E’ un progetto interessante e per questo positivo”.

Così il Docente del Liceo “T. Mamiani” Enzo Vagnini ne chiarisce i presupposti formativi: “Fare quest’esperienza dà modo di abbinare l’attività motoria all’integrazione sociale, andando a stimolare le capacità espressive. Il nostro liceo in questo senso presta attenzione”.


da Uisp
Comitato Provinciale Pesaro Urbino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2020 alle 14:42 sul giornale del 21 gennaio 2020 - 1015 letture

In questo articolo si parla di attualità, uisp, unione italiana sport per tutti, comitato provinciale pesaro urbino, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bffB





logoEV