Vertici Asur, Zaffiri (Lega): "Meriti e risultati effettivi dei singoli tenuti conto per la loro riconferma generale?"

sandro zaffiri 1' di lettura 20/11/2019 - “Con un virtuosismo degno del miglior prestigiatore il Presidente Ceriscioli, mentre con una mano esibisce il cambio al vertice dell’Asur come fosse l’operazione più complessa del mondo, con l’altra mano cerca di far passare sotto traccia la riconferma di tutte le altre figure apicali della Sanità regionale”.

E’ il commento sarcastico del capogruppo della Lega nord, Sandro Zaffiri, alle recenti scelte del Governatore in ambito sanitario.

“Una scelta, quella malcelata da Ceriscioli, che da un lato risulta scontata e degna soltanto di un plauso di rito, dall’altro merita una buona dose di critiche, perché non fa che confermare la nostra previsione sul tentativo di mantenere il controllo sul sistema sanitario regionale”.

“L’allontanamento di Marini era atteso e ampiamente prevedibile – incalza Zaffiri – mentre la scelta sulla riconferma di tutti gli altri dirigenti e figure apicali della Sanità, nella migliore delle ipotesi per altri tre anni, poteva più opportunamente essere rinviata ad una fase di maggior serenità”.

“In tal senso – conclude l’esponente della Lega – la riconferma generale dei dirigenti lascia aperto più di un dubbio sul fatto che si sia operato tenendo conto degli effettivi meriti e dei risultati ottenuti dai singoli soggetti nell’esercizio delle loro funzioni e rispettivi ruoli”.


da Gruppo Consiliare Lega Nord Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-11-2019 alle 16:08 sul giornale del 21 novembre 2019 - 527 letture

In questo articolo si parla di attualità, marche, Gruppo Consiliare Lega Nord Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bc36





logoEV
logoEV