Ente Concerti: al via la 60a stagione concertistica

4' di lettura 19/11/2019 - Prende il via la 60a stagione concertistica dell’Ente Concerti di Pesaro realizzata in collaborazione con Comune di Pesaro e AMAT. Uno storico traguardo celebrato da un cartellone di spettacoli e artisti di primissimo livello.

Per onorare al meglio la ricorrenza la manifestazione si apre con un doppio appuntamento. Sabato 30 novembre il concerto inaugurale è affidato al pianista di origini polacco-ungheresi Piotr Anderszewski. Considerato uno dei più interessanti pianisti della sua generazione, Anderszewski si esibisce regolarmente nelle principali sale da concerto internazionali e presenterà al pubblico pesarese capolavori assoluti del repertorio classico e romantico. Mentre mercoledì 4 dicembre il “compleanno” della rassegna musicale pesarese verrà festeggiato propriamente con un evento straordinario: Emanuil Ivanov, vincitore dell’ultima edizione del prestigioso Concorso pianistico internazionale “Ferruccio Busoni”, sarà accompagnato dalla FORM - Orchestra Filarmonica Marchigiana sotto la guida del direttore artistico Federico Mondelci nella doppia veste di direttore e sassofono solista.

Sabato 21 dicembre appuntamento con l’estro di Alessandro Quarta e del suo quintetto d’archi. Il violinista salentino si muove con libertà tra i generi musicali e ha conquistato il grande pubblico televisivo con la propria passione e virtuosismo. Al Teatro Rossini Quarta presenterà un programma che spazierà dalle più belle pagine del periodo barocco al tango nuevo di Astor Piazzolla. La stagione prosegue martedì 14 gennaio 2020 con un concerto realizzato in collaborazione con la rete regionale Marche Concerti. Bertrand Chamayou, virtuoso della scuola pianistica francese affermatosi ai massimi livelli internazionali, si esibirà in un affascinante recital dal forte coinvolgimento emotivo.

Domenica 26 gennaio un magnifico ritorno: Enrico Rava festeggia i suoi incredibili ottanta anni, compiuti nel 2019, con un progetto in cui viene accompagnato dai musicisti che più gli sono stati vicino negli ultimi anni per dare vita ad una band d’eccezione con cui rivisitare i brani più significativi della sua carriera ed interpretare nuove composizioni. Martedì 4 febbraio prosegue la collaborazione con la FORM - Orchestra Filarmonica Marchigiana. In occasione delle celebrazioni dedicate ai festeggiamenti per il compleanno di Gioachino Rossini, Ezio Bosso, direttore, compositore e pianista amatissimo dal pubblico, dirigerà la compagine marchigiana e l’oboe solista di Francesco di Rosa in un repertorio che comprende musiche di Mozart, R. Strauss e Beethoven.

Proseguendo con le celebrazioni rossiniane, sabato 22 febbraio sarà la volta del duo violoncello- pianoforte di Erica Piccotti e Leonardo Pierdidomenico. I due giovani interpreti offriranno al pubblico un intenso dialogo musicale sulle pagine di Beethoven, Rossini e Franck. Domenica 1 marzo un altro graditissimo ritorno per il pubblico pesarese. Stefan Milenkovich conclude il ciclo delle celebrazioni per il Cigno di Pesaro dell’Ente concerti in veste di violino solista e di direttore alla guida della FORM - Orchestra Filarmonica Marchigiana.

Martedì 10 marzo gli appassionati potranno contare su uno spettacolo che garantisce coinvolgimento e divertimento. L’originale duo composto dal celebre Enrico Dindo e dal talentuoso Simone Rubino, farà dialogare il violoncello con la numerosa e variegata famiglia delle percussioni. Domenica 15 marzo la rassegna continua con un evento speciale fuori abbonamento. Neri Marcoré, acclamato attore marchigiano, interpreta Da questa parte del mare, il libro di Gianmaria Testa che racchiude il racconto dei pensieri, delle storie, delle situazioni che hanno contribuito a dar vita alle canzoni dell’album omonimo del cantautore piemontese scomparso nel 2016. Per lo spettacolo gli abbonati potranno usufruire di una riduzione sul costo del biglietto.

Spazio alla musica antica domenica 22 marzo con l’esibizione del Verona Baroque Consort. L’ensemble, composto da sette eccezionali interpreti del repertorio barocco, propone straordinarie pagine di Vivaldi, Telemann e J.C. Bach scritte per una formazione di musicisti solisti. Federico Mondelci salirà nuovamente sul palco del Teatro Rossini venerdì 3 aprile come direttore e solista alla guida della FORM - Orchestra Filarmonica Marchigiana. A quaranta anni dalla scomparsa dell’indimenticabile Nino Rota, Mondelci interpreterà e dirigerà una ricca selezione di brani scritti da Rota, Riz Ortolani e altri compositori utilizzati nelle colonne sonore di opere di registi del calibro di Fellini e Kubrick.


La parte conclusiva del cartellone non può che essere dedicata a Ludwig van Beethoven in occasione del 250° anniversario della nascita di uno dei più grandi autori della storia della musica. Sabato 18 aprile il direttore austriaco Johannes Wildner guiderà la FORM nell’imperdibile esecuzione della Sinfonia n.9 del Maestro tedesco, simbolo universale di unità e fratellanza dei popoli.

La 60a rassegna dell’Ente Concerti pesarese si conclude con un doppio appuntamento. Le serate di mercoledì 22 e giovedì 23 aprile saranno dedicate all’integrale delle più grandi opere del genio di Bonn per pianoforte e orchestra affidate a giovani talenti della prestigiosa Accademia pianistica internazionale Incontri con il Maestro di Imola.

Tutti i concerti avranno luogo al Teatro Rossini di Pesaro con inizio alle ore 21. Per info su prezzi e biglietti www.enteconcerti.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2019 alle 02:04 sul giornale del 20 novembre 2019 - 870 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, associazione, ente concerti pesaro, Ente Concerti, concerti pesaro, teatro rossini pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bc2f





logoEV