Giovani talenti del cinema e della musica, il pesarese Giovanni Grandoni premiato al Concorso Luciano Vincenzoni

Giovanni Grandoni premiato 1' di lettura 18/11/2019 - Treviso. Nell'auditorium Santa Caterina, gremito di pubblico, sabato 16 novembre il sindaco Mario Conte ha premiato, con la consegna di piccole sculture trofeo (realizzate dagli studenti del Liceo Artistico Statale), i vincitori del quinto Premio Luciano Vincenzoni 2019, riservato ad autori under 35 di soggetti cinematografici e di musica da film e organizzato dall'Associazione Luciano Vincenzoni.

I premiati della sezione "soggetti" sono il pesarese Giovanni Grandoni ("Zazie torna in Africa") e Marco Marrapese di Benevento ("La musica è finita"), menzione speciale a Stefania Scartezzini di Civizzano (TN). Per la musica da film - il commento delle sequenze finali de "La Grande Guerra" di Monicelli, sceneggiato da Vincenzoni - sono stati premiati Paolo di Rocco (Teramo) ed il ferrarese Enrico Dolcetto.

Alla cerimonia hanno partecipato il prefetto Maria Rosaria Laganà, il compositore Giuliano Taviani, il regista e sceneggiatore Francesco Massaro (che ha annunciato la prossima realizzazione di una fiction sulla vita di Rita Levi Montalcini, dopo il successo del suo soggetto dedicato ad Enrico Piaggio, trasmesso da Rai 1) e il maestro Renato Casaro, il più noto autore di locandine di film, entrate nella storia del cinema. Come confermato dal sindaco Mario Conte, nel 2020 la città di Treviso renderà omaggio a Casaro con una grande mostra antologica.

La premiazione è stata coronata dal concerto dell'Ensemble del Conservatorio "Steffani" di Castelfranco Veneto, che ha eseguito celebri temi da film composti da Carlo Rustichelli, Ennio Morricone e Nino Rota, nonché le due partiture vincitrici del Premio Vincenzoni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2019 alle 00:00 sul giornale del 19 novembre 2019 - 673 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcWS





logoEV