Al Museo Rossini si celebrano i 200 anni de La donna del lago

1' di lettura 22/10/2019 - Mentre a Casa Rossini, fino al 21 novembre, è ancora possibile visitare la mostra dedicata a La donna del lago 1819- 2019, giovedì 24 ottobre, alle ore 18, al Museo Nazionale Rossini la Fondazione Rossini renderà omaggio al bicentenario della prima rappresentazione avvenuto esattamente il 24 ottobre 1819 al Teatro San Carlo di Napoli.

Dopo un non facile debutto l’opera, su libretto di Andrea Leone Tottola, sarà riproposta all’Opéra di Parigi il 7 settembre 1824. Capolavoro dall’inedito gusto sturmer (come ben evidenziò Alberto Zedda) La donna del lago godrà, già dopo pochi anni, di grande successo.

La mostra, allestita dalla Fondazione Rossini - in collaborazione con il Comune di Pesaro, Sistema Museo, il Rossini Opera Festival, il Conservatorio ”G. Rossini” e l’Ente Olivieri – ha saputo ben ricostruire, attraverso un suggestivo percorso iconografico e documentale, le vicende storico-artistiche del capolavoro rossiniano.

Vicende che nell’incontro del 24 ottobre saranno piacevolmente ripercorse dalla musicologa Maria Chiara Mazzi, accompagnata da letture di documenti d’epoca affidate a Lucia Ferrati e ad alcuni brani della stessa opera rossiniana eseguite dal soprano Mara Gaudenzi e dal mezzosoprano Tamar Ugrekelidze, allieve delle scuole di canto del Conservatorio G. Rossini di Pesaro, accompagnate al pianoforte Pleyel appartenuto allo stesso Rossini – da Shizuka Sakura.

Al termine dell’incontro verrà donato al pubblico presente il catalogo della mostra La donna del lago 1819 – 2019, a cura di Fondazione Rossini.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Info 0721 1922156.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2019 alle 07:56 sul giornale del 23 ottobre 2019 - 829 letture

In questo articolo si parla di cultura, pesaro, fondazione rossini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbVF