Progetto Erasmus+ KA2, il Mamiani di nuovo alla scoperta dell'Europa: destinazione Tallin, Estonia

2' di lettura 10/10/2019 - Il Progetto Erasmus+ K2 “Questions from Europe? Answers from Europe!” ha concluso la sua quarta tappa di Mobilità Europea: destinazione Tallin, Estonia.

Protagoniste di questa entusiasmante esperienza cinque alunne del Liceo “T. Mamiani” (Erica Facondini, Adele Fraternali, Vittoria Piermaria di 3B dell’indirizzo classico; Bianca D’Elia e Nicol Mantione di 3G dell’indirizzo linguistico), accompagnate dalle docenti di lingua inglese Gabriella Bernardi ed Elena Marcucci, che dal 14 al 21 settembre hanno avuto la possibilità di entrare in diretto contatto con la cultura di questo Paese dallo spirito giovane e dinamico affacciato sul Mar Baltico.

Quella di Tallin fa seguito a tre esperienze di mobilità europea che si sono svolte in Germania, Lituania e Polonia e che, a partire dal primo appuntamento di kick-off a Ingolstadt lo scorso dicembre, hanno già visto coinvolti complessivamente un centinaio di studenti da cinque scuole europee.

Le cinque alunne del Liceo “T. Mamiani” sono state ospiti presso le famiglie di altrettanti studenti dell’Istituto scolastico Tallin XXI Kool e, insieme agli studenti dei Paesi partecipanti al progetto, hanno potuto calarsi nella vita quotidiana e nella realtà scolastica della capitale estone. Molte sono state le attività formative e gli spunti di riflessione offerti dal programma di mobilità. I ragazzi hanno avuto la possibilità di entrare nelle classi e seguire alcune lezioni di inglese e di musica; hanno esplorato la città, il suo centro storico di origine medievale e i suoi “luoghi della memoria e dell’identità”, come il recentissimo Memoriale alle Vittime del Regime Sovietico e i Song Festival Grounds; hanno visitato la prestigiosa università di Tartu, fondata nel 1632 e la sede del Parlamento estone; e infine hanno incontrato la segretaria del Partito Riformatore Estone ed ex euro-parlamentare Kaja Kallas, che ha trattato il tema dell’era digitale e le sue sfide.

Altrettanto significativi sono stati i vari momenti di workshop durante i quali i ragazzi hanno collaborato attivamente e si sono impegnati a sviluppare un progetto già avviato nelle tre fasi di mobilità precedenti. Utilizzando l’inglese come lingua veicolare per la comunicazione, gli studenti hanno creato una serie di documenti scritti, audio e video, frutto di un lavoro di raccolta di opinioni fornite da esperti su tematiche vicine ai giovani europei, quali l’ambiente, la scienza,l’etica, le relazioni sociali, il terrorismo. Il lavoro sarà ultimato nelle prossime settimane - sempre in modalità collaborativa e a distanza - per essere poi condiviso sul sito web del Progetto Erasmus+ KA2“Questions from Europe? Answers from Europe!” e andare a costituire il punto di partenza per il compito da svolgere nella prossima Mobilità Internazionale che si terrà a Pesaro presso il Liceo “T.Mamiani” dal 29 febbraio al 7 marzo 2020.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2019 alle 07:58 sul giornale del 11 ottobre 2019 - 950 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, liceo mamiani, liceo mamiani di pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbwA





logoEV
logoEV