Lega: "Pesaro è la città delle tasse, la giunta cambi strategia"

Lega Pesaro 1' di lettura 22/09/2019 - "Il sindaco Ricci e l’assessore Delle Noci a parole si dichiarano anti-tasse, ma nei fatti risultano solo anti-imprese, come dimostrano i dati della CNA” ; così attacca duramente il gruppo consiliare della Lega di Pesaro.

Siamo preoccupati perché, come certificato dallo studio condotto dalla Cna, il Comune di Pesaro vanta il triste primato di città più tartassata della Regione Marche e tra le più tartassate d’Italia, proprio a causa delle imposte comunali che pesano i 14,8% del totale.

Questo dato ci preoccupa soprattutto perché il prelievo fiscale richiesto indebolisce il nostro tessuto produttivo proprio in un momento in cui necessita di risorse straordinarie per favorire gli investimenti e l’occupazione. L’eterna e costante propaganda del sindaco e dell’attuale maggioranza si scontra con la dura realtà in cui gli artigiani e i piccoli imprenditori soffrono proprio anche a causa delle scelte degli amministratori comunali che in questi anni hanno scelto di tenere alta la pressione fiscale per poter continuare a mantenere alta la spesa corrente, troppo spesso utilizzata per continuare la propaganda elettorale.

Dal sindaco e dall’assessore Delle Noci ci aspettiamo che si astengano da nuovi annunci e tronfie autopromozioni con etichette di città “anti- tasse”, e che invece compiano atti di coraggio volti a diminuire la pressione fiscale per imprese e per le famiglie, che in questa città nell’ultimo decennio hanno perso competitività e potere di acquisto. Meno propaganda e più fatti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-09-2019 alle 00:12 sul giornale del 23 settembre 2019 - 5015 letture

In questo articolo si parla di politica, lega, Lega Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baRa