Sicurezza e legalità nel mondo del lavoro, riunione in Prefettura

2' di lettura 21/06/2019 - Nella giornata odierna si è svolta, presieduta dal Prefetto Dott. Vittorio Lapolla, una riunione cui hanno partecipato il Direttore dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro, i rappresentanti dell’INAIL, dell’INPS, dell’ASUR, dell’Azienda Ospedaliera Marche Nord, dell’Università degli Studi di Urbino, nonché i rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e delle organizzazioni di categoria.

Nel corso della riunione è stato fatto un esame congiunto delle problematiche concernenti l’applicazione del protocollo d’intesa firmato nel 2011 in tema di sicurezza e legalità nel mondo del lavoro con particolare riferimento ai cantieri pubblici, la valutazione della sua rinnovazione, la possibilità di estenderne l’applicazione anche ai settori afferenti le gare di appalto di forniture di beni e servizi.

La peculiarità del protocollo in esame era la previsione di prioritari e incisivi controlli delle ditte aggiudicatarie l’appalto con ribassi eccedenti il 25% o nei cui confronti vi fosse comunque il sospetto, pur non pienamente comprovato, che il ribasso d’asta fosse dovuto a forme di elusione od evasione retributiva o contributiva.

Si prevedeva, inoltre, che i lavoratori delle imprese appaltatrici e subappaltatrici dovessero essere necessariamente iscritti alla cassa edile competente, per evitare che i lavoratori impiegati in opere edili ricadessero sotto contratti di lavoro non afferenti all’edilizia, cui si accompagnava la previsione che il documento unico di regolarità contributiva dovesse essere acquisito dall’ente appaltante attraverso la cassa edile competente. Previste inoltre specifiche clausole per i lavoratori somministrati o distaccati per evitare che il ricorso a tali forme di impiego celasse forme di evasione contrattuale e contributiva.

Dopo ampia disamina dei vari aspetti che hanno caratterizzato l’applicazione del protocollo in questo periodo, è stato unanimemente espresso un parere positivo al mantenimento dell’impianto fondamentale dello stesso.

E’ stata però segnalata la necessità di operare un adeguamento in relazione alle mutate condizioni socio-economiche ed alle innovazioni normative che regolano il mondo del lavoro, finalizzato a rafforzare l’efficacia e l’operatività dell’intesa.

A tal fine il Prefetto ha disposto la costituzione di un gruppo ristretto di lavoro, coordinato dalla Prefettura, composto da rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei lavoratori, delle organizzazioni di categoria, dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro e dell’ASUR per la predisposizione di un nuovo protocollo che recepisca le risultanze dell’incontro odierno sulle quali si è registrata ampia condivisione, in grado di individuare un percorso di intervento sinergico etempestivo dei controlli da parte degli enti preposti che contemperi anche l’esigenza della continuità dell’attività lavorativa nei cantieri stessi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2019 alle 09:54 sul giornale del 22 giugno 2019 - 934 letture

In questo articolo si parla di attualità, prefettura, pesaro, prefettura di pesaro, Prefettura di Pesaro Urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8Qv





logoEV
logoEV