Chiusura Mercatone Uno, Ceriscioli: "Un comportamento inaccettabile"

Mercatone Uno 1' di lettura 25/05/2019 - “Un comportamento inaccettabile, che necessita di un intervento imminente da parte del Ministero. Non può essere assolutamente rinviato l’incontro del 30 maggio al Mise a tutela dei lavoratori e di un indotto fondamentale per il territorio - commenta il presidente Ceriscioli - ci aspettiamo un intervento deciso per risolvere questa criticità".

"Noi ci eravamo già attivati a novembre 2018 con Anpal sevizi per il punto vendita di ancona ex “ Tre Stelle “ per supportare i centri per l ‘impiego al fine di implementare le politiche attive del lavoro. Per quanto riguarda il punto vendita di Ancona ci siamo impegnati prontamente per ricollocare i 14 lavoratori. Sette di loro sono entrati nel percorso di ricollocazione, uno è stato assunto a tempo indeterminato presso una azienda, tre sono entrati nel percorso di ricollocazione.

Sono ancora 3 i punti vendita delle Marche ( Monsano, Civitanova e Pesaro) , per 120 dipendenti complessivi. Sarebbe un dramma in un momento così difficile non trovare una soluzione. Il 30 maggio era già previsto l’incontro al mise sul preannunciato piano di ricapitalizzazione dell’azienda e l’apertura della procedura di concordato preventivo. La comunicazione giunta nella giornata di ieri, in tarda serata, modifica complessivamente lo scenario, i punti vendita di tutta Italia e anche quelli delle Marche sono stati chiusi dalla direzione aziendale, senza la minima comunicazione a Istituzioni, Lavoratori e Sindacati.

Occorre un intervento straordinario per preservare tutta l’occupazione a livello nazionale 1800 lavoratori e per ricercare la continuità dell’attività lavorativa”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2019 alle 15:53 sul giornale del 26 maggio 2019 - 6762 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pesaro, mercatone uno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7T3