Ordine e Sicurezza Pubblica, riunione in Prefettura per l'8^ tappa del Giro d’Italia

Ordine e Sicurezza Pubblica, riunione in Prefettura 3' di lettura 30/04/2019 - Nella mattinata odierna il Prefetto della Provincia di Pesaro e Urbino Dr. Vittorio Lapolla ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per la verifica delle iniziative da assumere in relazione allo svolgimento in questa Provincia dell’8^ tappa del Giro d’Italia, Tortoreto Lido- Pesaro di 239 Km, programmata in data 18 maggio 2019 che, come noto, sarà caratterizzata da un notevole richiamo mediatico e di pubblico.

Il passaggio della corsa ciclistica attraverserà, oltre Pesaro dove è previsto l’arrivo, i Comuni di Fano, Mondolfo, San Costanzo, Tavullia, Terre Roveresche, Colli al Metauro, Cartoceto, Mombaroccio, Montelabbate, Gradara e Gabicce Mare. Alla riunione erano presenti tutti i vertici delle Forze di Polizia, i Sindaci e i Comandanti delle Polizie Locali dei Comuni coinvolti, i rappresentanti della Provincia di Pesaro e Urbino con i responsabili degli Uffici tecnici, i rappresentanti regionali e locali della Protezione Civile, della Sanità oltre naturalmente al referente della RCS- Sport per il Giro d’Italia.

In occasione della citata Kermesse sportiva quest’anno si terrà, come evento collaterale, anche la prima edizione della competizione a carattere cicloturistico di regolarità con biciclette assistite con motore elettrico, denominata “Giro E-Bike 2019”, alla quale parteciperanno circa 80 ciclisti che transiteranno nella mattinata del 18 maggio attraverso un percorso parzialmente coincidente con quello della gara con arrivo a Pesaro anticipato di circa tre ore rispetto ai corridori professionisti.

Al riguardo è stato concordato che, al fine di non recare pregiudizio al sistema di viabilità dell’intero territorio provinciale, la manifestazione cicloturistica si svolgerà a traffico aperto con l’eventuale temporanea chiusura degli incroci più pericolosi. Un tavolo tecnico coordinato dal Questore assicurerà la predisposizione delle misure volte a garantire la necessaria cornice di sicurezza alla gara.

Saranno eseguiti, inoltre, continui sopralluoghi, lungo il percorso per verificare più dettagliatamente la situazione al fine della eliminazione di ogni criticità. Verranno infine adottati dalla Prefettura provvedimenti di sospensione e di chiusura alla circolazione dei tratti di strada percorsi dai ciclisti con una vigilanza continua da parte delle forze dell’ordine per il puntuale rispetto delle prescrizioni riportate nei suindicati provvedimenti.

Per garantire la sicurezza stradale della manifestazione il Ministero dell'Interno -Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha provveduto, come ogni anno, ad affiancare all'organizzazione del Giro un contingente della Polizia di Stato di motociclisti e moto di staffetta del Giro composto da operatori di provata esperienza, che come noto segue tutte le tappe del Giro d'Italia ed è supportato in ogni Provincia da personale delle Sezioni di Polizia Stradale e da personale delle Questure e dei Commissariati di P.S. per quanto riguarda l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.

La riunione del Comitato è poi proseguita, limitatamente ai Comuni con più alta densità abitativa quali Pesaro, Urbino, Fano, Vallefoglia e Fossombrone, per l’esame della direttiva del Ministro dell’Interno relativa alle ordinanze e provvedimenti antidegrado e contro le illegalità. Nel corso dell’incontro è stato fatto un complessivo punto della situazione ed è stata rimarcata dal Prefetto la volontà di operare, nell’azione di contrasto al degrado, a supporto delle Amministrazioni locali, integrando, ove occorra, l’azione posta in essere dagli stessi Comuni.

Al termine si è preso atto che, allo stato, grazie all’ intervento delle Forze di Polizia e Polizia Locale, la situazione appare complessivamente sotto controllo, ancorchè permangano alcune aree da sottoporre a continuo monitoraggio. Ciò nondimeno, è stato posto l’accento sulla necessità di rendere sempre più efficace la lotta allo spaccio della droga-da considerare sempre più emergenza di carattere nazionale-attraverso un’intensificazione dell’azione posta in essere, sia in chiave preventiva che di contrasto, dalle Forze di Polizia e dalle Polizie Locali nelle aree maggiormente interessate dal fenomeno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2019 alle 16:15 sul giornale del 01 maggio 2019 - 1644 letture

In questo articolo si parla di attualità, prefettura, pesaro, giro d'italia, prefettura di pesaro, Prefettura di Pesaro Urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a6YG





logoEV
logoEV