Baiocchi: “Rocca Costanza abbandonata, obbligo recuperarla”

Nicola Baiocchi 2' di lettura 29/04/2019 - Non ci sorprende l'articolo apparso oggi su Il Resto del Carlino sul degrado di Rocca Costanza. Più che altro ci addolora e indispettisce che un bene architettonico di quel valore sia stato abbandonato dall'amministrazione Ricci, che avrebbe potuto e dovuto fare qualcosa, ma non l'ha fatto.

Sono infatti proprio le parole di Vimini a indignarci: l'assessore dice 'Per fortuna che il Comune non ha ottenuto la gestione quando era stata avanzata la richiesta'. Ma mentre l'amministrazione se ne lavava le mani, Rocca Costanza è diventata un dormitorio per senzatetto, covo di tossicomani, insomma una terra di nessuno. Per recuperarla non basta organizzare qualche serata all'anno, ma occorre una programmazione seria, a tutto campo.

Questo ci indigna e ci fa affermare ancora più fortemente quanto sia necessario recuperarla: Rocca Costanza è una delle più affascinanti rocche difensive rinascimentali che deve essere restituita, nelle parti non occupate dall’Archivio di Stato, alla totale fruizione dei pesaresi e dei turisti. Noi ci attiveremo da subito, in accordo con il ministero dei Beni culturali e la Direzione centrale dell'Archivio di Stato, per valorizzare le parti non occupate dall'Archivio di Stato e, in particolare, la parte antica con i residui del mastio, i torrioni, le cucine, gli alloggiamenti della corte e delle truppe, che potrebbero rappresentare un percorso affascinante di grande richiamo turistico.

Nel cortile interno si affacciano numerosi vani indipendenti che, sempre in accordo con Sovrintendenza e Archivi di Stato, vogliamo utilizzare per aprire botteghe artistiche da concedere a canoni accessibili, per aprire piccoli laboratori artigiani di ceramica, di restauro, di cornici, del vetro, di antiquariato. Non possiamo continuare ad assistere all'indifferenza e all'immobilismo di questa amministrazione nei confronti di Rocca Costanza.

Bisogna agire subito, riprendendo in mano le redini del confronto con tutti i soggetti interessati a Rocca Costanza per restituire questo splendido monumento alla collettività. Rocca Costanza diventi da terra di pochi, terra dei pesaresi.


   

da Comitato Nicola Baiocchi Sindaco





Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 29-04-2019 alle 03:00 sul giornale del 30 aprile 2019 - 1210 letture

In questo articolo si parla di spazio elettorale autogestito, Comitato Nicola Baiocchi Sindaco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/a6Wz





logoEV
logoEV
logoEV


.