Pica, ennesima chiusura aziendale a Pesaro

Pica Pesaro 1' di lettura 04/04/2019 - Il copione sembra ripetersi: la Pica, storico marchio dell'industria di laterizi italiana e pesarese in particolare, chiude i battenti. Lo ha annunciato nei giorni scorsi la proprietà francese del Gruppo, la Terreal; a nulla quindi sono valse le rassicurazioni sulla continuità produttiva dello stabilimento di Pesaro che vennero annunciate poco più di un anno fa, al momento dell'acquisizione del marchio.

Molto probabilmente altri 60 dipendenti pesaresi si troveranno presto in mobilità; le istituzioni locali cercano ora di correre frettolosamente ai ripari chiamando in causa il MISE e la Regione per l'apertura di un tavolo di crisi, anche se sembra difficile, allo stato delle cose, interrompere le procedure di licenziamento.

I Comunisti Per Pesaro esprimono tutta la loro solidarietà ai dipendenti ed alle famiglie, chiedendo con forza che, al momento dell'acquisizione dei marchi si prevedano anche clausole sanzionatorie pesanti nel caso in cui non vengano rispettati gli accordi sottoscritti, altrimenti casi come quello della PICA di Pesaro, della Pernigotti di Novi Ligure o della Embraco di Torino, solo per citarne alcuni, non saranno altro che il semplice e tragico epilogo di operazioni industriali e finanziarie già ampiamente previste.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-04-2019 alle 08:08 sul giornale del 05 aprile 2019 - 2487 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comunisti per Pesaro, Pica Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a58g





logoEV