“InsiemeSì 6° Expo di Primavera”: si alza il sipario sul salone dello spirito d'impresa

“InsiemeSì 6° Expo di Primavera” 4' di lettura 23/03/2019 - Si alza il sipario su “InsiemeSì 6° Expo di Primavera” organizzato dalla BCC di Gradara. Questa mattina, alla presenza delle autorità civili e militari e di numerosi amministratori del territorio, alla Vitrifrigo Arena di Pesaro si è tenuta l'inaugurazione del “Salone dello Spirito di impresa” che per due giornate mette a disposizione, gratuitamente, di oltre 140 imprese della provincia di Pesaro Urbino e Rimini, gli spazi espositivi dell'Astronave.

Dopo la benedizione del parroco il presidente della Banca di Gradara Fausto Caldari, accompagnato dalla musica della banda di Gradara, ha proceduto col taglio del nastro affiancato da numerosi sindaci e dall'ideatore della manifestazione Andrea De Crescentini, responsabile Comunicazione-Relazioni esterne della banca. Tra i presenti anche Fabio Pula, presidente di RiminiBanca che dall'8 aprile darà vita, grazie alla fusione con la BCC di Gradara, a RivieraBanca.

"Sin dall'anno della sua nascita l'obiettivo dell'iniziativa è stato quello di trasmettere un segnale di fiducia e coraggio agli imprenditori, artigiani, commercianti, professionisti, imprese agricole e a tutti i giovani che, quotidianamente, intraprendono la propria attività nonostante un contesto economico tutt'altro che semplice – premette il presidente Caldari - La BCC di Gradara è una banca profondamente legata al territorio in cui opera ed il nostro obiettivo è quello di sostenere l'economia locale contribuendo allo sviluppo e alla crescita della sua comunità. Essere banca del territorio significa comprendere e cercare di risolvere le problematiche di chi intende intraprendere, dell'uomo e della sua famiglia. Significa essere una banca sociale al servizio di chi ha bisogno, investire sul territorio per sostenerlo e farlo crescere. Per la BCC di Gradara il 2018 si chiude con un utile di 6 milioni di euro, una riduzione del credito deteriorato del 25%, una raccolta complessiva di 865 milioni (+1,8%), impieghi per 450 milioni (+1,5%), un patrimonio netto di 87 milioni di euro e un Cet1 superiore al 20%. Questo Expo rappresenta uno degli ultimi atti della BCC di Gradara ma posso garantire che il nuovo istituto di credito, Riviera Banca, continuerà anche con più forza di prima ad operare a sostegno dell'economia locale supportando imprese e famiglie. Saremo ancora di più banca del territorio".

A portare i saluti del gruppo Iccrea, Paolo Raffini, vicepresidente di Iccrea Banca Impresa (istituto bancario del Gruppo Iccrea nel settore corporate). "Con la fusione nascerà una banca più ampia che porterà maggiore efficienza – spiega Raffini – Io stesso posso portare un esempio in tal senso perché sono presidente del Banco Fiorentino nato, anni fa, dalla fusione della BCC Mugello, della BCC Impruneta e della BCC Signa. Siamo diventati una delle banche più importanti della federazione delle BCC toscane. Riviera Banca farà altrettanto e questo consentirà lo sviluppo del territorio e il sostegno alla piccola-media impresa".

A rappresentare il mondo delle imprese marchigiane ci ha pensato il vicepresidente della Camera di Commercio delle Marche Salvatore Giordano. "Il sistema delle Bcc ha assolto ad una funzione molto importante in questi anni – spiega Giordano – caratterizzati da un arretramento delle banche più blasonate e importanti del nostro territorio. Se abbiamo resistito un po' meglio alla crisi che ha attanagliato il sistema imprenditoriale marchigiano lo dobbiamo alle Bcc. Riviera Banca è un esempio virtuoso di come due soggetti bancari possano unirsi per aumentare la propria competitività. L'Expo infine è un modo di fare comunità in un' economia sempre più difficile".

La mattinata è proseguita con la presentazione del volume gli “Itinerari della Bellezza” nella provincia di Pesaro Urbino a cura di Confcommercio. "E' un progetto di Confcommercio Pesaro Urbino per valorizzare l'immenso patrimonio artistico, storico, monumentale, ambientale ed enogastronomico di un territorio sicuramente tra i più belli ed affascinanti del Bel Paese – spiega il direttore generale di Confcommercio Pesaro Urbino Amerigo Varotti – Otto Comuni, Gradara, Urbino, Colli al Metauro, Pesaro, Mondavio, Fossombrone Sant'Angelo in Vado e Pergola, che hanno condiviso con noi la volontà di puntare con decisione al turismo per uno sviluppo economico sostenibile e compatibile con l'unicità del territorio".

Al pomeriggio invece spazio al Torneo di mini-basket “Insieme a canestro” a cura dell'Asd Misano Pirates e alla partecipata presentazione del libro “Storia dell'Opera Artigiane e Cristiane” di Annetta Talevi a cura della Proloco di Candelara.

Il programma di Domenica 24 Marzo.
Al mattino la presentazione del progetto “Crescere nella cooperazione” a cura dell'Istituto comprensivo Lanfranco di Gabicce Mare-Gradara, poi alle 12:30 il pranzo sociale riservato a tutti i soci della BCC di Gradara. Alle 15:30 l'evento clou della giornata con la presentazione del libro “Ci piaceva giocare a pallone. Racconti di un calcio che non c'è più” di Eraldo Pecci con Giorgio Comaschi. Chiusura musicale infine alle 17 con l'esibizione dal vivo di Alan Sorrenti e la Dino Gnassi Corporation






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2019 alle 09:15 sul giornale del 24 marzo 2019 - 1217 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5Gv