Vittoria da sogno della Vuelle contro Pistoia, Boniciolli: "Non molliamo"

Vuelle 7' di lettura 21/01/2019 - Un sogno diventato realtà. Così possiamo definire la straordinaria vittoria strappata dalla VL Pesaro sul campo della OriOra Pistoia, diretta concorrente alla salvezza dei biancorossi.

Se infatti il primo quarto aveva fatto sognare tutta Pesarobasket, con la Vuelle che aveva dominato la gara segnando ben 30 punti contro i 17 degli avversari, la partita era poi girata a favore di Pistoia, diventando una lotta corpo a corpo che aveva fatto temere il crollo della squadra di coach Boniciolli. E invece i ragazzi in biancorosso hanno gettato in campo un orgoglio ed una combattività mai vista quest’anno specie in trasferta, trasformando il sogno in realtà con un finale di gara fantastico, che li ha visti chiudere la sfida a loro favore sul punteggio di 77-81. Quello che sembra decisamente cambiato in questa Vuelle, rispetto a quella condotta da coach Galli, è soprattutto l’atteggiamento mentale con cui i biancorossi affrontano le partite, con una mentalità di squadra molto più salda, un collettivo molto più compatto e senza cali di concentrazione e di tensione agonistica, specie nei momenti decisivi della gara.

Si sono concretizzate così due vittorie preziose come oro colato contro Torino e Pistoia, vittorie che, grazie anche alla contemporanea sconfitta di Torino contro Venezia, hanno permesso ai biancorossi di lasciare il fondo classifica con 4 punti di vantaggio sulle avversarie e con ambedue i confronti diretti vinti contro i pistoiesi. La cura Boniciolli sta dando quindi i risultati sperati: guardare avanti con fiducia è l’imperativo categorico, ma anche non smettere mai di battersi con lacrime, sudore e sangue, come sul parquet del PalaCarrara.

Un brillantissimo primo quarto ha aperto la gara dei biancorossi, che hanno approcciato la sfida nel modo migliore possibile: dal 2-9 al 2’, il loro vantaggio è arrivato in doppia cifra già al 6’ (9-19), grazie ad efficaci giochi in transizione e a micidiali penetrazioni a canestro, soprattutto di uno scatenato McCree. Pistoia crolla pesantemente in fase difensiva e va sotto di ben 16 punti in soli 9’, sul 14-30, chiudendo poi il quarto sul punteggio di 17-30.

Tutto cambia però nel secondo quarto, perché la band di coach Ramagli prende in pugno le redini di una sfida che sembrava già persa in partenza e, complice anche un Artis rimasto in panca per i 2 falli fischiatigli dalla terna arbitrale nel primo quarto, mette a segno un break positivo di 13-0, portandosi sul 27-30 al 12’. Boniciolli rimette allora in campo il suo playmaker, che rompe il digiuno della Vuelle con un tiro libero, una bella bomba da sette metri e un canestro in entrata (29-36 al 13’). Rialza quindi la testa la Vuelle (29-38 al 14’), ma ecco che arriva il 3° fallo fischiato ad Artis, che viene sostituito da Monaldi, il quale però sbaglia tutto e perde palla in modo assurdo: ne approfitta Pistoia, che piazza un parziale di 10-0 portandosi con Kerron Johnson al suo primo vantaggio sul 39-38 al 16’. Una triple di McCree riporta avanti la Vuelle (41-43 al 19’) e si va all’intervallo con le due avversarie in parità sul punteggio di 46-46.

Sono ancora gli arbitri che, al rientro in campo, puniscono la Vuelle con fischiate a capocchia: 2 falli di fila a Mockevicius e poi il 4° fallo, assai discutibile, inferto ad Artis, costringono Boniciolli a mettere in campo le seconde linee (50-46 al 22’), ma i biancorossi non mollano e la gara continua punto a punto (54-54 al 26’ e 54-58 al 27’), con il quarto che si chiude sul 62-60.

L’ultimo quarto è una vera battaglia corpo a corpo. Il tabellone dice: 64-66 al 32’ e 66-70 al 34’, ma qui arriva il 5° fallo fischiato ad Artis, che fa sudar freddo i tifosi biancorossi che hanno seguito la squadra al PalaCarrara, e due bombe consecutive di Peak aprono ai loro occhi lo spettro della sconfitta (74-70 al 37’). Ma Blackmon è decisamente cresciuto come rendimento in campo rispetto alla prima metà di gara e, nonostante un Murray praticamente nullo, la Vuelle si riporta in parità sul 74-74 al 38’. Ancora una triple di Peak regala l’ultimo vantaggio a Pistoia (77-74), e poi McCree firma il 77-78 al 39’ con una bella entrata a canestro ed il 77-80 con un tiro libero a –12” dal termine. La partita si chiude così con la vittoria della VL Pesaro per 77-81, grazie ad un altro libero messo a segno da Zanotti. Il parziale di 0-7 per i biancorossi negli ultimi due minuti di gara la dice lunga sulla mentalità vincente ritrovata da questa Vuelle dopo le disastrose sconfitte delle scorse settimane.

La chiave della vittoria dei biancorossi di Boniciolli è stata sicuramente la loro efficacia nell’attaccare il canestro in penetrazione: parlano chiaro in tal senso le cifre di squadra, con un ottimo 24/38 nel tiro da due punti, a fronte dello scarso 3/17 nel tiro da tre. Ma anche quelle individuali sono eloquenti in proposito: basti dire che Blackmon, il top-scorer della Vuelle, ha segnato 27 punti con 8/10 da due e 0/8 da tre (!), e McCree, con 26 punti realizzati, ha firmato uno scarso 1/5 nel tiro pesante. Solo Artis è stato preciso dal perimetro (13 punti per lui, con 2/2 da tre), mentre Mockevicius, nonostante reduce dall’infortunio alla caviglia, si è fatto apprezzare sotto le plance con 6 punti (3/3 da due) e 10 rimbalzi. Molto scarse invece le prestazioni di Murray, Monaldi e Ancellotti; più convincente quella di Zanotti, che ha giocato da ala piccola ed ha chiuso con 5 punti e 4 rimbalzi in 29’ sul campo. In maglia pistoiese, hanno giocato una buona partita Peak (14 punti per lui) e i due Johnson (14 punti Dominique e 9 Kerron), ma il migliore è stato sicuramente Krubally, con 9 punti segnati e 12 rimbalzi arpionati, molto combattivo sotto canestro.

E veniamo adesso alla conferenza stampa di fine partita. E' lapidario coach Ramagli nel dopo gara: "Siamo partiti male, poi siamo stati bravi a riprendere in mano la gara e ad annullare il pesante svantaggio accumulato già a metà secondo quarto. Poi la partita è proseguita sempre sul filo di un sottilissimo equilibrio fra le due avversarie, e nel finale l'abbiamo persa per due mezzi rimpalli, due palloni entrati e usciti: purtroppo, quando le gare si decidono in volata, spesso è così e anche stasera questi episodi hanno fatto tutta la differenza possibile".

Ramagli si sofferma poi anche sull'arbitraggio: "Non ho mai parlato di arbitri finora, ma stasera credo che alcune cose meritino di essere sottolineate. Diciassette tiri liberi di differenza fra le due squadre, in una partita come quella di stasera, non ci stanno e hanno fatto tutta la differenza del mondo. Su Blackmon sono state fischiati due o tre falli francamente incomprensibili: non mi piace parlare di queste cose” ha concluso il coach “ma stavolta non credo di poterne fare a meno".

Questo invece il commento di coach Boniciolli, visibilmente soddisfatto per la bella prova dei suoi: “Faccio i complimenti ai nostri avversari che hanno giocato una partita molto intensa. La nostra vittoria probabilmente dipende dal fatto che, da quando sono arrivato alla guida della Vuelle, ho cercato di resettare un po’ la tattica e dare letture nuove ai nostri giochi. In una settimana abbiamo conquistato due vittorie importanti, ma sbaglieremmo di grosso se pensassimo di aver raggiunto già l’obiettivo. Sono molto contento perché ognuno dei miei giocatori ha portato il suo contributo alla squadra, nonostante i problemi di falli di Artis. Ora però dobbiamo continuare a lavorare duro: non molliamo”.

Ed ora è attesa dalla Vuelle un’altra conferma in positivo, nella sfida di sabato prossimo, ore 20:30, contro Brindisi sul parquet della Vitrifrigo Arena. Sarebbe la terza vittoria consecutiva dei biancorossi: chiediamo troppo?

ORIORA PISTOIA: 77 - VL PESARO: 81

OriOra Pistoia: Della Rosa 5, Johnson Kerron 9, Peak 14, Krubally 9, Auda 4, Martini 11, Severini , Johnson Dominique 14, Gladness 11. All. Ramagli

VL Pesaro: Blackmon 27, McCree 26, Artis 13, Murray 2, Ancellotti 2, Monaldi , Zanotti 5, Shashkov , Mockevicius 6. All. Boniciolli






Questo è un articolo pubblicato il 21-01-2019 alle 00:05 sul giornale del 22 gennaio 2019 - 2799 letture

In questo articolo si parla di basket, vuelle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3sU