Due sconfitte nel finale al Torneo di Trento per una Vuelle comunque convincente

vuelle torneo di Trento 5' di lettura 16/09/2018 - Coach Galli: “Esperienze utili per migliorare".

Si è concluso con due sconfitte per la VL Pesaro il Torneo Memorial Brusinelli che si è giocato a Trento nel week end. Due sconfitte entrambe maturate però solo nell’ultimo quarto di gara, dopo il costante vantaggio dei biancorossi sugli avversari, che hanno comunque confermato i segnali positivi giunti dalla formazione di coach Galli già nel precedente Torneo di Fabriano.

Se si tiene conto del fatto che sia la Dolomiti Energia Trentino che la Grissin Bon Reggio Emilia, la due squadre che hanno strappato nel finale la vittoria ai biancorossi, sono due formazioni d’alta classifica che hanno addirittura lottato per lo scudetto nei due campionati scorsi, non si possono non giudicare positivamente le prestazioni offerte da questa nuova Vuelle, che sta dimostrando sul campo un rendimento sicuramente all’altezza delle aspettative.

Trento ha infatti battuto i biancorossi solo con un canestro di Flaccadori a - 4” dall’ultima sirena (103-101 il risultato finale), dopo essere stata sempre sotto nel punteggio anche di oltre 20 lunghezze, mentre i reggiani hanno girato la partita a loro favore solo nell’ultimo quarto di gioco, complice l’evidente calo di resistenza fisica della Vuelle dopo una gara combattuta con grande agonismo difensivo e con punteggio assai basso (74-62 il risultato finale).

Il principale punto debole della squadra biancorossa, almeno da quanto si è visto finora, sembra essere quindi l’esiguità delle rotazioni, dovute ad una panchina decisamente corta come giocatori di talento ed esperienza, visto il calo fisico dello starting five della Vuelle evidenziatosi in particolare nella gara contro i reggiani. Assolutamente da apprezzare è invece l’organizzazione del suo gioco di squadra, con ottime soluzioni offensive soprattutto a ritmo elevato e con una convincente saldezza difensiva, anche se ulteriori margini di miglioramento devono essere ottenuti specie nella continuità di rendimento del collettivo.

Per quanto riguarda le prestazioni dei singoli, hanno finora brillato soprattutto Mc Cree e Blackmon, incontenibili in attacco specie contro Trento (31 punti segnati dal primo e 26 dal secondo), ma buone cose sono arrivate anche da Artis e da Murray, quest’ultimo top scorer contro Reggio con 16 punti realizzati. Molto combattivo sotto le plance il lituano Mockevicius, che ha lottato come un leone a rimbalzo contro ogni avversario, mentre qualcosa di meglio è lecito attendersi dai due “tricolori” Ancellotti e Monaldi, vista la loro buona esperienza già maturata in maglia biancorossa. Ed ecco come lo staff tecnico della Vuelle ha commentato le prestazioni della squadra al torneo di Trento.

“Se avessimo perso una partita del genere in campionato, per 2 punti all’ultimo secondo di gioco dopo essere stati sempre in vantaggio, avremmo davvero molto da rammaricarci” ha detto il D. S. Stefano Cioppi al termine della gara contro Trento "Per fortuna questa sconfitta è arrivata in precampionato, e servirà quindi ai ragazzi come ulteriore occasione per crescere come rendimento di squadra. Cosa dobbiamo imparare da una partita come questa? Ad esempio dobbiamo capire meglio come gestire il ritmo di gioco per mantenere i vantaggi acquisiti, perché contro i trentini, anziché frenare i giochi in velocità tenendo palla con efficacia quando avevamo vantaggi anche in doppia cifra, abbiamo continuato a giocare in contropiede. Dobbiamo quindi migliorare soprattutto in difesa, specie sul lato debole: abbiamo segnato 101 punti contro Trento, una squadra che ha una difesa davvero tosta, ma poi abbiamo subìto troppi punti nell'ultimo quarto, e quindi su questo dovremo lavorare ancora. In attacco invece abbiamo dimostrato di saper mettere in campo un bel gioco di squadra, che le nostre individualità riescono poi a finalizzare al meglio. Ovviamente però l'espulsione di Mockevicius ci ha penalizzato molto", ha concluso Cioppi.

Questo invece il commento di coach Galli dopo la sconfitta incassata contro Reggio Emilia: "La partita di stasera ha avuto un andamento simile a quella contro Trento, perché siamo stati quasi sempre in vantaggio per i tre quarti di gara, salvo poi cedere nel finale. A differenza del match contro i trentini, oggi però abbiamo saputo controllare meglio il ritmo di gara, anche se poi nell'ultimo quarto abbiamo avuto un evidente calo fisico che ci è costato la sconfitta. Il lato positivo di questa partita è stato il fatto che per 3 quarti di gara la nostra difesa è stata solida e molto combattiva, mentre meno bene siamo andati in attacco, perché abbiamo realizzato pochi tiri da 3 punti e non siamo riusciti a tenere alto il nostro ritmo di gioco nell’ultimo quarto, cosa che invece Reggio Emilia ha fatto anche nei 10 minuti finali. Questo torneo ci ha comunque permesso di capire chi siamo e su quali aspetti dobbiamo migliorare. In questa stagione” ha voluto sottolineare il coach “il nostro obiettivo deve essere quello di competere con tutti, e quindi vogliamo crescere e migliorare ancora in queste settimane di precampionato. Soprattutto in difesa dobbiamo migliorare, evitando gli errori commessi. Martedì prossimo a Vicenza affronteremo Venezia, una delle formazioni di vertice del nostro campionato, e quindi per noi sarà un'altra occasione utile per misurarci in un importante confronto contro avversari d’alto livello".


   

di Alberto Pisani





Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2018 alle 17:28 sul giornale del 17 settembre 2018 - 1340 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, sport pesaro, vuelle, Alberto Pisani, articolo, consultinvest pesaro, torneo di Trento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aYqq





logoEV
logoEV


.