Al via Hangartfest 2018: spettacoli, iniziative e molto altro

Hangartfest 2018 2' di lettura 04/09/2018 - Incredibile crescita per il ‘’Festival della danza contemporanea: Hangartfest’’ che è giunto alla sua XV edizione. Quest’anno la manifestazione ha avuto il riconoscimento da parte del MIBAC (Ministro per i Beni e le Attività Culturali) che ha deciso di finanziare il Festival per i prossimi tre anni.

Non è tutto, poiché Hangartfest si impegna nel promuovere le arti, nello specifico la danza contemporanea, nei luoghi di interesse storico è stato inserito tra le fila degli eventi celebrativi dell’ Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018. Questa iniziativa è stata promossa dal Parlamento Europeo e dal Consiglio dell’Unione Europea.

Il festival della danza contemporanea, avrà inizio giovedì 6 settembre fino a domenica 7 ottobre. In questo lasso di tempo si manifesteranno 27 eventi tra cui 19 spettacoli, che comprendono sei debutti nazionali con due prime assolute. La manifestazione godrà di 140 artisti provenienti da 6 nazioni diverse: Italia, Belgio, Germania, Svizzera, Turchia e Israele. I luoghi che renderanno possibile lo svolgimento dell’evento sono: Teatro Sperimentale, Chiesa della Maddalena, Chiesa dell’Annunziata, Scalone Vanvitelliano, Corte di Palazzo Mazzolari e Piazza Toschi- Mosca.

Ho individuato questo evento come il più alto dal punto di vista culturale. - commenta Antonio Cioffi Direttore Hangartfest - E’ importante che il Ministero abbia riconosciuto questa manifestazione perché ci assicura una collaborazione triennale ed un entrata di fondi. Il Festival andrà a toccare 5 punti culturali della nostra città. La manifestazione sarà a pagamento, perché è giusto dimostrare chi è realmente interessante. Non abbiamo mai smesso di guardare al territorio e ai giovani artisti, infatti, abbiamo sempre avuto un occhio di riguardo verso i giovani artisti perché per loro è importante affacciarsi ai grandi eventi come il lo è il nostro’’.

Quest’anno la direzione coreografica della manifestazione, sarà affidata a Marta Bevilacqua: danzatrice e coreografa, collabora con la Compagnia Arearea dal 1998. Infine, il festival propone due eventi di sensibilizzazione per aiutare lo spettatore la fruizione attiva: ‘’Explorer’’ e ‘’Occhi da Marziani’’.

“La proposta di continuare il nostro percorso con voi è stato come un fulmine a ciel sereno. Il nostro lavoro è molto saltuario. Avere un progetto per tre anni, per un artista è importate sia dal punto di vista economico ma anche personale della fiducia. L’ incontro tra la mia ricerca e Hangartfest è importante perché mi vede protagonista nel sviluppare le mie idee artistiche. Farò parte di una serie di eventi che mi ‘’obbligheranno’’ ad instaurare un rapporto importate con il pubblico. Ho scelto di intraprendere questo percorso perché questo evento è il più adatto per far nascere un opera d’arte. Sono onerata di essere qui, daremo il massimo", conclude Marta Bevilacqua.








Questo è un articolo pubblicato il 04-09-2018 alle 14:23 sul giornale del 05 settembre 2018 - 2232 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, vivere pesaro, articolo, Hangartfest 2018

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aX4h