Come scegliere una caldaia a gas

5' di lettura 06/07/2018 - Dai primi esemplari alimentati a legna e a carbone, la tecnologia ha fatto passi da gigante, e oggi le caldaie di ultima generazione sono degli apparecchi silenziosi, poco ingombranti e talvolta dall'estetica ricercata, che possono essere alimentate da diverse forme di energia, dal gas al pellet, dall'idrogeno all'energia solare.

Cuore pulsante dei sistemi di riscaldamento tradizionali, le caldaie a gas sono apparecchi in grado di trasformare l'energia prodotta dalla combustione del gas, GPL o metano, in energia termica. Questa energia, allo stato liquido o gassoso, viaggia quindi all'interno dei tubi che compongono il nostro impianto di riscaldamento, e in questo modo riscalda la nostra abitazione.

Se dovete cambiare la vostra vecchia caldaia, ecco alcuni consigli per aiutarvi a scegliere la migliore caldaia a gas utile a soddisfare le vostre esigenze e adattarsi alla perfezione agli spazi della vostra abitazione.

Acqua e calore

Un primo discrimine per scegliere quale tipo di caldaia a gas potete acquistare, può essere il combustibile: le caldaie a gas infatti possono essere alimentate a metano o a GPL. Il gas metano è più usato in ambito domestico, e in genere tutte le caldaie di ultima generazione sono pensate per l'alimentazione a metano. Il gas propano liquido è meno usato per il riscaldamento domestico e si adatta solo ad alcuni tipi di caldaie.

Come funzionamento e rendimento non ci sono differenze, per cui potete fare una valutazione in base a questi due tipi di gas e al loro costo sul mercato.

Un'altra valutazione importante che potete fare prima della scelta è se desiderate acquistare una caldaia per il solo riscaldamento o un modello combinato, che si occupi anche della produzione di acqua calda sanitaria.

Se in casa avete già uno scaldabagno e un boiler funzionante, potete optare per il primo modello, se invece avete bisogno di una caldaia che faccia tutto, assicurandovi il massimo comfort, potete affidarvi a un modello combinato, a produzione istantanea o ad accumulo, a seconda delle vostre esigenze di consumo. Se avete una casa grande con due bagni e una famiglia numerosa che consuma molta acqua calda, il modello ad accumulo potrà garantirvi grandi quantità di acqua calda in tempi brevissimi.

Tecnologie a confronto

Nella scelta di una caldaia a gas, dovete anche valutare sia quanto spendete normalmente in riscaldamento e in acqua calda, per fare una stima delle vostre esigenze, sia le caratteristiche della vostra abitazione e del vostro vecchio impianto.

Tenete presente che dal 2015 non possono più essere commercializzate caldaie a camera stagna da installare all'interno degli appartamenti, quindi se avete in mente di acquistare una caldaia a gas, la vostra scelta dovrà orientarsi o su un modello a camera aperta, da installare all'esterno dell'abitazione, o su un modello a condensazione.

Si tratta di una tipologia di caldaie che ha un costo maggiore rispetto a quelle tradizionali, ma che permette di risparmiare e di immettere una minore quantità di emissioni di CO2 nell'ambiente. La tecnologia della condensazione infatti, condensa e recupera quella parte di calore che nelle caldaie tradizionale si disperde tramite i fumi di scarico, o lo riutilizza per fornire nuova energia all'impianto.

Sembrerebbe la scelta più conveniente, ma in realtà è bene valutare caso per caso: le caldaie a condensazione infatti risultano più efficienti se associate a impianti a bassa temperatura, come riscaldamenti a pavimento e a parete, e si integrano meno con i classici radiatori o con gli impianti ad alta temperatura. Inoltre risultano più efficaci in climi freddi, dove il fabbisogno energetico è molto alto, ed è preferibile installarle in case con poca dispersione di calore, quindi in case dotate di cappotto termico e con il tetto coibentato.

Nel caso di condomini a canna fumaria multipla, o di case con vecchi impianti, o di un fabbisogno basso di riscaldamento, può forse risultare più economico e pienamente efficiente l'acquisto di una caldaia a gas tradizionale, magari di un modello murale piccolo e compatto, da installare sul balcone.

Non è detto poi che non possiate combinare la vostra caldaia a gas con altri apparecchi, come una pompa di calore o un pannello fotovoltaico, per unire le prestazioni di diverse forme di energia, a seconda delle stagioni, limitando anche l'impatto ambientale e i consumi in bolletta.

In ogni caso, considerati anche i costi di questo tipo di apparecchi, per evitare di acquistare un modello inadatto alle caratteristiche della vostra abitazione, è sempre meglio rivolgersi a dei rivenditori specializzati, che sapranno consigliarvi il modello migliore per le vostre esigenze, e vi forniranno la necessaria assistenza per la fase di installazione.

Le caldaie di ultima generazione, sia quella a condensazione, che quelle a pellet o a biomassa, vengono infatti vendute con i necessari kit per integrarle ai vecchi impianti, o per realizzare delle tubazioni e dei canali di scolo dedicati, sia per la gestione dei fumi di scarico, sia degli altri prodotti della combustione. Rivolgetevi quindi a chi potrà consigliarvi in maniera esperta e indicarvi il modo migliore, non solo per risparmiare, ma anche per poter contare su un impianto di riscaldamento funzionante ed efficiente.


   

di Redazione





Questo è un articolo pubblicato il 06-07-2018 alle 19:33 sul giornale del 07 luglio 2018 - 2923 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aWmc





logoEV
logoEV


.