Quartiere Centro Mare: partecipazione disconosciuta dalla Giunta Ricci

Quartiere Centro Mare pesaro 3' di lettura 02/06/2018 - Si promettono grandi opere ma mancano le basi e perfino la sede.

“Quanto accaduto mercoledì è la prova che la Giunta Ricci non crede nel decentramento e nella partecipazione, ed utilizzi i consigli di quartiere solo come spot elettorale. Al quartiere Centro manca persino una sede adeguata; tuttavia, per autocelebrarsi, Ricci promette all’improvviso grandi opere per il futuro”, così dichiarano i consiglieri di quartiere Vittorio Tordini, Andrea Zucchi, Luciano Trebbi, Donatella Zerbini, Antonio Mezzino, Paolo Marchetti Felici Giunchi, Michele Redaelli.

“Nella giornata di mercoledì, il consiglio di quartiere Centro Mare ha avuto l’ulteriore conferma che nella prassi politico-amministrativa del Sindaco e della Giunta, il concetto di partecipazione espresso nell’articolo 2 del regolamento dei quartieri, non è assolutamente praticato” (Art. 2 “Il comune di Pesaro promuove lo sviluppo democratico della città attraverso una maggiore e più diretta partecipazione dei cittadini alle scelte ed alle decisioni dell'amministrazione comunale”).

“Con qualche giorno di preavviso si informano i consiglieri, senza una regolare convocazione ma tramite una chat, dell’imminente incontro con il Sindaco e la Giunta per fare il punto sulle cose fatte e le cose da completare entro fine mandato. Nel pomeriggio del giorno stesso, il Presidente del Quartiere, Siepi, e gli assessori mettono in scena un sopralluogo in alcune zone del quartiere per scattare fotografie per la stampa con tanto di biciclette e maniche di camicia. Al tour fotografico è seguito, nella Sala Rossa, l’elenco di tutte le cose fatte e da fare, in maniera unidirezionale e autocelebrativa, nonostante l’assenza in blocco dei consiglieri di quartiere (erano presenti solo tre dei dodici consiglieri). Se il presidente Siepi è contento di essere interpellato solo per i tour promozionali, noi consiglieri non lo siamo”.

“L’episodio descritto è solo l’ultimo di una lunga serie e indica chiaramente il totale disinteresse di questa amministrazione nei confronti dell’impegno volontario dei quartieri e della condivisione con i cittadini. Basti pensare che da quattro anni il quartiere è in attesa di una sede adeguata che possa essere utilizzata per incontrare e coinvolgere la cittadinanza, impedendo nei fatti ai consiglieri di quartiere di svolgere il loro compito di tramite tra la cittadinanza ed il Comune. I progetti vengono presentati sempre a scatola chiusa, annullando la possibilità di essere propositivi o collaborativi. Gli incontri con gli assessori, negli ultimi quattro anni, si possono contare sulle dita di una mano. Gli incontri con i cittadini vengono sistematicamente evitati così come le richieste di informazioni e di approfondimenti su tematiche importanti riguardanti la vita dei cittadini del centro storico e del mare”.

“Se il decentramento e la condivisione non rappresenta una priorità per la giunta Ricci, ne prendiamo atto, ma si eviti di utilizzare il quartiere a proprio uso e consumo per soli fini propagandistici ed autocelebrativi. Questa situazione non può più essere tollerata. Nonostante ciò il nostro impegno non verrà meno e continueremo a metterci a disposizione dei cittadini con rinnovata passione e consapevoli che la buona politica parte dal basso e dall’impegno di ciascun cittadino”.

I Consiglieri del Quartiere Centro Mare: Vittorio Tordini, Andrea Zucchi, Luciano Trebbi, Donatella Zerbini, Antonio Mezzino, Paolo Marchetti Felici Giunchi, Michele Redaelli.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-06-2018 alle 10:16 sul giornale del 03 giugno 2018 - 2509 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, quartiere Centro Mare pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aVcz





logoEV