Incendio in piazzale Primo Maggio: 90enne ringrazia i pompieri che gli hanno salvato la vita

Cecchini con i pompieri 2' di lettura 20/03/2018 - Salvato dai vigili del fuoco il 18 febbraio scorso, il 90enne Giorgio Cecchini, in occasione della festa del papà si è recato con il figlio al Comando provinciale per conoscere e ringraziare i pompieri che gli hanno salvato la vita quando un violento incendio si era sviluppato all'interno di una parrucchieria, sita al primo piano di un condominio di cinque piani ubicato in piazzale Primo Maggio a Pesaro.

I Fatti risalgono al 18 febbraio scorso quando i vigili del fuoco giunti sul posto immediatamente, con due squadre e un'autoscala, si trovano faccia a faccia con le fiamme che stavano divorando il negozio e con il vano scala pieno di fumo denso che impediva l’esodo delle persone presenti all’interno degli appartamenti del condominio. Il lavoro di squadra dei vigili del fuoco intervenuti ha consentito ad alcuni pompieri di affrontare l’incendio e le fiamme nonchè il fumo che aveva invaso il vano scala e minacciava l’incolumità delle persone presenti negli appartamenti.

Il vigile del Fuoco Alessandro Bussaglia, munito di auto protettore, ha percorso il vano scala pieno di fumo e si è prodigato ad aprire le finestre giunto al quinto piano dove ha trovato nello stesso vano scala, riverso a terra e in serie difficoltà respiratorie, il sig. Cecchini Giorgio di anni 90. Il Vigile Bussaglia, senza indugio, si è caricato sulle spalle l'anziano e lo ha portato fino al pianerottolo del 2° piano, da dove successivamente è stato condotto fino all’esterno dell’edificio, e consegnato ai sanitari del 118, dagli altri componenti della squadra dei vigili del Fuoco, Capo Squadra Andrea Guidi, Capo Reparto Alberto Del Prete e Vigile Coordinatore Loris Diamantini.

Subito dopo sono state condotte al di fuori dell’edificio altre 4 persone tra cui una signora invalida trasportata di peso con la sedia a rotelle, utilizzando anche delle maschere a doppia utenza.

Il Signor Giorgio Cecchini dopo alcuni giorni di ricovero presso l’ospedale di Fano, dove è stato trattato anche in camera iperbarica, ha fatto rientro a casa in perfetta salute.

Il Comandante ing. Eugenio Barisano, a nome della squadra intervenuta, si è complimentato con il sig. Cecchini per la sua tenacia e gli ha consegnato una targa con lo stemma dei vigili del Fuoco, in ricordo di quel 18 febbraio iniziato male ma finito bene per Cecchini grazie al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2018 alle 19:15 sul giornale del 21 marzo 2018 - 3488 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aSRu





logoEV
logoEV


.