Vuelle, ingaggiato Rotney Clarke per centrare l'obiettivo salvezza

Rotney Clarke 21/02/2018 - Finalmente una buona notizia arriva da casa Vuelle. In un comunicato stampa diffuso ieri, la società biancorossa ha infatti ufficializzato il ritorno a Pesaro di Rotnei Clarke, il playmaker americano che lo scorso anno contribuì in maniera decisiva alla conquista della salvezza.

Di certo è stata questa la risposta migliore possibile che i componenti del Consorzio Pesaro Basket potevano dare alle ingiuriose critiche ricevute da una frangia della tifoseria biancorossa: hanno infatti assicurato, con un versamento aggiuntivo, la copertura della spesa necessaria a mettere sotto contratto Clarke fino al termine del campionato. Come dire, i soldi noi ce li abbiamo messi, e adesso tutto il pubblico si stringa compatto attorno alla squadra per aiutarla a centrare l’obiettivo salvezza.

Il giocatore sarà però a disposizione dello staff tecnico della Vuelle non prima della prossima settimana, in quanto, prima di raggiungere l’Italia, dovrà far tappa negli Stati Uniti per l’espletamento delle pratiche burocratiche che gli consentano di giocare nel nostro campionato. Rotnei Clarke, combo guard di 183 cm, è nato in Missouri il 20 luglio 1989 ed è cestisticamente cresciuto nel College di Butler (Big East Conference) dopo aver giocato i primi due anni nel College di Arkansas. Nella stagione 2013-2014 ha vestito la maglia dei Wollongong Hawks ed è stato eletto MVP del campionato australiano. Ha maturato la sua prima esperienza europea in Belgio nella stagione 2014-2015 con la squadra dell’Okapi Aalstar, e nel 2015-2016 ha giocato ancora in Europa, ma in Germania, con la formazione del Telekom Bonn, con la quale ha disputato anche l’Eurocup. Nell’estate 2016 è tornato in Australia con la squadra dei Ilawarra Hawks, chiudendo poi la stagione in Italia con la maglia della VL Pesaro.

Clarke ha disputato domenica scorsa in Australia l’ultima gara di campionato, sempre con i Ilawarra Hawks, ed ora è atteso da tutto il pubblico biancorosso come decisivo rinforzo per la sua Vuelle, in vista del drammatico finale di stagione che attende la squadra di coach Leka.

Una squadra che finora ha lottato con impegno e combattività in quasi tutte le partite disputate, finendo però troppe volte sconfitta anche se per pochi punti di scarto. Alla base di questo poco confortante livello di rendimento del team biancorosso c’è indubbiamente la scarsa maturità del gruppo, formato quasi tutto da giocatori giovani e poco esperti, che hanno finora sofferto la mancanza di un vero leader in campo, in grado di dettare con lucidità gli schemi di gioco e di compattare adeguatamente la difesa. Sostanzialmente, gli stessi difetti che aveva evidenziato la Vuelle della scorsa stagione, ai quali fu proprio Rotnei Clarke a contribuire efficacemente a porre rimedio, grazie alla sua notevole caratura tecnica ed alla sua buona esperienza del basket europeo.

Tocca ora allo staff tecnico biancorosso lavorare col massimo impegno per integrare il più presto possibile Clarke nei meccanismi di gioco della squadra. Il tempo a disposizione non sarà tanto, perché già il 4 marzo la Vuelle tornerà a scendere in campo sul parquet di Cremona, ma c’è da sperare che i biancorossi arrivino finalmente ben rodati al decisivo scontro-salvezza contro Capo d’Orlando, in programma all’Adriatic Arena l’11 marzo. Ci sarà poi da decidere chi dovrà uscire di squadra per lasciare il posto a Clarke: le alternative sembrano solo due, e cioè Little o Bertone. Stiamo a vedere.





Questo è un articolo pubblicato il 21-02-2018 alle 02:10 sul giornale del 22 febbraio 2018 - 1165 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, sport pesaro, vuelle, Alberto Pisani, articolo, consultinvest pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRSB