Pd Pesaro: "Peccato che le opposizioni non abbiano voluto sottoscrivere il nostro documento in direzione antifascista"

partito democratico| 1' di lettura 13/12/2017 - Lunedì si è scritta una brutta pagina in Consiglio Comunale. «Mi sarei aspettata una piena solidarietà al sindaco per le minacce ricevute. Magari una solidarietà esternata a prescindere da un qualsiasi ordine del giorno o mozione presentata da noi. Me lo sarei aspettata sia umanamente che politicamente. Purtroppo non è accaduto», afferma dispiaciuta Francesca Fraternali.

«La solidarietà è arrivata a fine seduta, quando si doveva discutere il nostro documento. Personalmente non credo che la politica abbia dato una bella immagine di sé. Se si arriva a banalizzare o far finta di nulla di fronte a delle minacce di morte o all’imbrattamento della Scuola Elementare “Anna Frank”, credo che si rischi che a certi atteggiamenti ci si faccia l'abitudine. Sarebbe terribile e non auspicabile», continua il Segretario del Pd.

Il Pd cercherà di arginare sempre la violenza in tutte le sue forme, anche e soprattutto quelle che hanno richiami ai tempi bui. Terremo gli occhi aperti e non abbasseremo mai la guardia. Il nostro documento certamente chiedeva cose diverse dalla solidarietà, anche perché non vorremmo ambire a fare politica in un contesto dove questa va chiesta espressamente in una mozione/O.d.G., ma lo ritenevamo dirimente per evitare la possibilità che i movimenti dichiaratamente neofascisti potessero nuovamente entrare, e non più solo metaforicamente, nelle istituzioni di questo Paese.

Non sappiamo come, da chi e se verrà approvato in futuro, per ora constatiamo che nessuno delle minoranze lo abbia voluto sottoscrivere. Peccato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-12-2017 alle 17:38 sul giornale del 14 dicembre 2017 - 980 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, Pd pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPQL





logoEV