Nessun ampliamento per i bed and breakfast, non passa la modifica del Testo Unico del Turismo

bed and breakfast 1' di lettura 15/11/2017 - "Apprendiamo con soddisfazione –afferma il direttore regionale Confesercenti Roberto Borgiani- che la seconda Commissione Consigliare della Regione Marche ha accolto la nostra osservazione contraria alla modifica del Testo Unico del Turismo che estendeva da tre a quattro e da sei a otto, rispettivamente le camere ed i posti letto gestibili in regime di Bed and Breakfast”

“Si sarebbe trattato –continua Borgiani- di una estensione di cui non si avverte nessuna esigenza e che, in assenza di una regolamentazione precisa, avrebbe indirettamente favorito un settore della ricettività turistica ancora tutto in evoluzione e, proprio per questo, in alcuni casi, terreno di storture e di irregolarità”.

Confesercenti Marche, intervenuta in Commissione proprio attraverso il direttore regionale Roberto Borgiani, ha chiesto di poter ragionare anche del fenomeno, pur importante ed anche in significativa crescita dei B&B, all'interno, però, di una revisione completa del Testo Unico ormai, per tanti aspetti, sorpassato.

“Ringraziamo per l'attenzione e la disponibilità dimostrata su questo specifico tema, il consigliere regionale Boris Rapa ed il Presidente della Commissione Gino Traversini che hanno accolto le nostre richieste e compreso le esigenze degli operatori del settore”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-11-2017 alle 07:09 sul giornale del 16 novembre 2017 - 1757 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, marche, Bed and Breakfast, confesercenti Pesaro-Urbino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOWZ





logoEV
logoEV