Vampiri e bambole voodoo, la festa di Halloween ai Musei Civici fa polemica ma è da tutto esaurito

2' di lettura 25/10/2017 - Un museo da paura! E’ la festa di Halloween organizzata a palazzo Mosca di Pesaro per martedì 31 ottobre. Per un massimo di 30 bambini partecipanti, tra i 5 e gli 11 anni, la festa ha già chiuso le prenotazioni facendo il tutto esaurito. Un pieno di consensi ma anche di polemiche.

Ad aver suscitato diverse critiche rilasciate via Facebook direttamente sul profilo dell’evento sono stati alcuni cittadini scandalizzati e critici per i contenuti dei racconti e dei laboratori organizzati per il tardo pomeriggio di martedì. In particolare il dito è stato puntato contro la costruzione di una bambola voodoo, le storie di occhi perduti o termini come “vampiri assetati”, “sangue”, “perderai la vista”. Ovviamente si tratta di frasi ad effetto e a tema orrori fico come vuole la serata che tuttavia hanno fatto storcere il naso a tanti dal momento che si tratta di un evento dei Musei Civici che ha il patrocinio del Comune di Pesaro assessorato alla cultura.

Alcune critiche a titolo di esempio: “Feticci, bevande color sangue, bambole voodoo...cosa c'entra tutto questo all'interno dei musei cittadini?”. “Un'evento di pessimo gusto, aculturale, privo di una logica,considerando soprattutto il fatto che è rivolto a dei bambini, una vergogna per Pesaro patria dell'arte!”.

Ma ci sono anche le risposte: "Qualcuno segue fantasmi che non esistono – replica Silvano Straccini responsabile di Sistema Museo – si è utilizzato un linguaggio magari accattivante come quando sui giornali si attirano lettori con titoli ad effetto. Posso assicurare che nei contenuti del laboratorio non c’è nulla che urti la sensibilità dei bambini. Il nostro non è un “baby parking”, i genitori che scelgono di portare i loro figli ai nostri laboratori sono molto attenti al contenuto. Il fatto che le prenotazioni siano già al completo dimostra che quanto facciamo trova consenso".

Sempre sul programma dell’evento si legge anche il metodo che si è seguito per organizzare la festa: “Come di consueto, la festa ricorre alla vigilia di Ognissanti coniugando la tradizione anglosassone di origini pagane con quella cristiana che risale al Medioevo. Giorno in cui, secondo le credenze, le anime dei defunti tornavano sulla terra per possedere i corpi e travestimenti paurosi servivano per spaventare e allontanare gli spiriti. Martedì 31 ottobre, dalle 18.30 alle 23, l’atmosfera notturna di Halloween pervaderà i Musei Civici dove i bambini sono attesi per trascorrere insieme momenti piacevolmente paurosi tra le sale museali sinistre e misteriose”.

Una tempesta in un bicchier d’acqua dunque? Risponderanno coloro che martedì parteciperanno all’evento.






Questo è un articolo pubblicato il 25-10-2017 alle 21:30 sul giornale del 27 ottobre 2017 - 4454 letture

In questo articolo si parla di attualità, halloween, pesaro, vivere pesaro, musei civici, articolo, luca senesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/aOla







.