La riduzione della Tari a Pesaro, Cna "Provvedimento che va nella giusta direzione"

segretario della CNA di Pesaro e Urbino, Moreno Bordoni 2' di lettura 26/10/2017 - Relativamente alla questione della diminuzione della Tari da parte del Comune di Pesaro, la CNA dopo una attenta riflessione, puntualizza il suo pensiero.

“Si tratta di un provvedimento importante che va nella giusta direzione. Un punto e mezzo di riduzione di una delle tasse locali che - assieme a Imu e Tasi - più incidono sui bilanci di una azienda, non può che trovarci favorevoli”.

“Fatta questa premessa - dice il segretario della CNA, Moreno Bordoni - diciamo anche, e lo ribadiamo, che un punto e mezzo percentuale è una misura ancora piuttosto modesta e che le imprese avrebbero bisogno in questo momento di crisi di interventi più robusti e di natura strutturale. Tuttavia almeno Pesaro ci prova, a differenza di tanti altre amministrazioni anche della nostra regione”.

Per la CNA il provvedimento del Comune di Pesaro, ed in particolare l’opera dell’assessore al bilancio Antonello Delle Noci, “vanno nella giusta direzione, ovvero quello di una riduzione della tassazione locale”.

Imu e Tasi
“Una tassazione che, come ci dicono le statistiche, è ancora troppo alta ma che può essere riportata a parametri sostenibili se si comprende l’importanza che ha un’attività imprenditoriale nel tessuto sociale ed economico di un territorio”. “E ci pare - dice Bordoni - che il Comune di Pesaro lo abbia ben compreso aprendo un tavolo di confronto relativamente alla riduzione della tassazione che speriamo presto possa portare a discutere anche di Imu e Tasi”. “Diamo atto all’amministrazione comunale di Pesaro di avere aperto un canale di ascolto e di confronto con le associazioni ed in particolare con gli artigiani. Qualche esempio?

Appalti pubblici e difesa della costa
Il responsabile territoriale dell’associazione, Antonio Bianchini ricorda l’istituzione di un tavolo di confronto sugli appalti pubblici. Ovvero una discussione su come, nel rispetto delle regole e della attuale legislazione, cercare di aiutare le imprese locali a partecipare ai bandi. “Abbiamo sempre detto che le imprese locali sono in grado di garantire qualità esecutiva, rispetto delle norme e dei tempi. Questo anche in vista dei grandi investimenti che il Comune di Pesaro ha in animo di effettuare di qui ai prossimi mesi e anni sul fronte delle opere pubbliche”. Poi Bianchini ricorda “Non dimentichiamo nemmeno l’impegno del Comune di Pesaro rispetto alla destinazione di risorse per la difesa della costa annunciato nel corso dell’ultimo summit sul turismo. Un altro fronte che dimostra quanto questa amministrazione sia sensibile alle questioni relative al mondo dell’impresa”. “Auspichiamo - conclude la nota della CNA - che si continui sul fronte del confronto e della collaborazione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2017 alle 12:15 sul giornale del 27 ottobre 2017 - 1922 letture

In questo articolo si parla di attualità, cna, pesaro e urbino, cna pesaro e urbino, moreno bordoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aOmw





logoEV
logoEV