Dura trasferta per la Vuelle a Torino, Leka non ha dubbi: "Non la daremo per persa prima di giocarcela"

Vuelle 4' di lettura 21/10/2017 - Ancora una trasferta tostissima quella che attende la VL Pesaro per la prossima gara di campionato. I biancorossi dovranno infatti affrontare sul parquet del PalaRuffini di Torino una squadra di ottimo livello tecnico ed atletico come la FIAT Auxilium.

Ma se si pensa che l’unica vittoria della Vuelle è stata finora conquistata proprio “on the road”, contro un’avversaria del calibro della Grissin Bon Reggio Emilia, c’è davvero da credere che per la band di Spiro Leka non sia un ostacolo in più il fatto di dover giocare circondati dalla tifoseria avversaria. Anzi, la pressione psicologica di dover vincere a tutti i costi davanti al proprio pubblico potrebbe essere stata proprio una delle cause delle due sconfitte interne consecutive incassate da questa squadra così giovane ed inesperta. Dar tempo al tempo, e lavorare forte per compattare l’organico anche sotto l’aspetto mentale oltre che tecnico, saranno l’unico modo per veder crescere come rendimento in campo la nostra Vuelle.

La FIAT Torino, appena reduce dalla bella vittoria in EuroCup contro Andorra, è una formazione costruita decisamente per puntare ai play off, con un pacchetto di lunghi molto potente ed aggressivo, anche se nell’ultima gara persa dai torinesi ad Avellino è stata sicuramente la loro scarsa reattività a rimbalzo (soli 24 catturati contro i 41 degli irpini) una delle cause della sconfitta subìta. I due forward Patterson e Washington restano comunque i due principali punti di forza della squadra di coach Banchi, assieme alla shooting guard Jones, che sa colpire con efficacia specie nel tiro dalla distanza. Meno bene sono andati finora il centro Mbakwe ed il nuovo acquisto Vujacic, una guardia che deve ancora integrarsi nel collettivo, ma lo zoccolo duro di Torino rimane comunque il gruppo degli italiani, con Poeta in cabina di regìa e Mazzola, Okeke e Iannuzzi, questi ultimi due chiamati in maglia azzurra da Meo Sacchetti, a battersi senza tregua sotto le plance.

Così coach Leka ha presentato in conferenza stampa la difficile trasferta di Torino: " Siamo ben consapevoli delle grandi difficoltà che dovremo superare per provare a vincere contro la FIAT Torino, che può essere considerata una delle migliori squadre del campionato per talento, forza fisica, efficacia offensiva e lunghezza delle rotazioni. Finora in attacco hanno fallito il colpo solo nella trasferta ad Avellino, ma nelle altre gare della stagione hanno sempre avuto ottime medie al tiro. Il loro roster è completo ed attrezzato come pochi altri: basti dire che il loro undicesimo uomo è David Okeke, che è entrato a far parte della nazionale azzurra. Mbakwe e Washington danno loro reattività a rimbalzo e potenza fisica, Patterson e Jones hanno grandi qualità offensive e sanno essere micidiali al tiro e la loro pattuglia di italiani è pericolosissima. Si tratta insomma di una squadra costruita molto bene. Dovremo quindi difendere fortissimo contro di loro, molto aggressivi a tutto campo, cercando anche di frenare il ritmo della gara per non permettere a Torino di attaccare in velocità. E dovremo stare attenti a prendere tiri ben scelti e limitare al massimo le palle perse per evitare di subire contropiedi in soprannumero. Ognuno dei nostri dovrà quindi dare il massimo sul campo per tutti i quaranta minuti, specie sotto l’aspetto della concentrazione e della combattività. Servirà di sicuro una partita sopra la media per noi: la trasferta è molto dura ma dobbiamo ancora giocarcela e non la diamo certo per persa prima di scendere in campo.

Come squadra abbiamo le nostre fragilità, ma ci è mancato pochissimo per vincere sia contro Bologna che contro Brescia. Non dobbiamo quindi deprimerci per le sconfitte subìte, ma dobbiamo continuare ad avere piena fiducia in noi stessi. Sarà indispensabile essere aggressivi sin dall'inizio, specie perché siamo in trasferta. Non vogliamo certo fare la parte degli agnelli sacrificali. La buona notizia è che Dallas Moore ha recuperato al 100%, cosa assolutamente non scontata dopo l'infortunio di sabato. Ieri si è allenato normalmente e quindi penso di poterlo far scendere in campo per parecchi minuti contro Torino”.


E ci si attendono anche decisi segnali positivi dal nuovo acquisto Mario Little, che contro Bologna avrebbe fatto una gara abbastanza buona se non fosse arrivata quella assurda palla persa nel finale. Gestire al meglio gli ultimi minuti di gioco potrebbe risultare decisivo per i biancorossi anche contro Torino, visto che finora se la sono sempre giocata da pari a pari contro tutti gli avversari.






Questo è un articolo pubblicato il 21-10-2017 alle 03:48 sul giornale del 22 ottobre 2017 - 1354 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pesaro, vivere pesaro, sport pesaro, vuelle, Alberto Pisani, articolo, consultinvest pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aOcp





logoEV
logoEV