Vis Pesaro, la classicissima ritrovata non sorride: il Rimini s'impone 1-0 e avanza in coppa

3' di lettura 04/10/2017 - Una sconfitta all’inglese in una classicissima che ritorna dopo anni: al “Romeo Neri” il Rimini s’impone 1-0 sulla Vis Pesaro con una rete di Viti al 24’.

Pesaresi in 10 dal 14’, con Stefanelli che viene espulso per aver proferito parole di troppo al direttore di gara. Coppa Italia di Serie D che dunque prosegue per la truppa di Muccioli: il 6 dicembre saranno attesi dal Matelica, vittorioso oggi sulla Jesina per 2-0. Ecco la cronaca della gara.

Turnover importante per entrambe le squadre, a discapito delle previsioni della vigilia: in casa Vis rientro per Ridolfi, esordio per l’ex Milan De Piano, chance per Stefanelli, Bellini e Rossi, per il Rimini sette under in campo e la conferma di Ambrosini come terminale offensivo di qualità.

Vissini subito pericolosi al 3’, con un cioccolatino di Baldazzi per Bellini che in area si lascia anticipare poco Poi la sceneggiata francamente inspiegabile del portierino pesarese Stefanelli: al 14’, dopo aver mal digerito un contatto in area non fischiato, si avventa contro il direttore di gara per venire solo all’ultimo trattenuto da tre compagni di squadra. Espulsione, fischi sonori e un Olcese pronto ad accompagnarlo negli spogliatoi. A farne le spese è Ridolfi, che deve lasciare il posto al secondo portiere Cappuccini. Il Rimini prende coraggio, il forcing romagnolo è ora importante e il goal puntualmente arriva al 24’, quando Viti deposita in rete un pallonetto suggerito da un’apertura di Ambrosini. Ma la reazione della truppa di Riolfo non si fa attendere: una bordata di Cruz su punizione (24’) viene deviata da Cavalli sopra la traversa. Questo e poco più, in realtà.

La seconda frazione si apre con una Vis apparentemente più propositiva a scapito di un Rimini ora costretto a giocare di rimessa, e il pareggio è quasi agguantato al 53’, quando un potente colpo di testa di Cacioli viene parato da Cavalli. Al 57’ è Cruz ad approfittare di una spizzata invitante in area riminese, concludendo di testa poco alto sopra la traversa. I ritmi sembrano ora calare e da annotare c’è solo un De Piano (dolorante) che lascia il campo per Bortoletti. Il Rimini sfiora il raddoppio al 27’: prima Protino e poi Arlotti, entrambi lanciati, tentano di eludere la buona guardia di Cappuccini che però si impossessa del pallone. Al 78’ Riolfo decide di tentare il tutto per tutto, lanciando in campo Olcese e Boccioletti al posto di Baldazzi e Calzola, entrambi poco incisivi. Ma ogni accenno offensivo vissino risulta vano, nonostante il corposo recupero (5’) assegnato dal direttore di gara pugliese e le speranze dell’ultimo secondo riposte in una punizione defilata di Olcese che si stampa sula barriera.

RIMINI (3-4-2-1)

Scotti; Giua, Valeriani, Brighi (Mazzavillani al 77’); D’Addario, Variola (Arlotti al 61’), Pasquini (Righini al 34’), Viti (Guiebre al 51’); Dormi, Ambrosini (Protino al 57’), Di Stefano. A disposizione: Romani, Cola, Mingucci, Albini. Allenatore: Simone Muccioli.

VIS PESARO (4-3-1-2)

Stefanelli; Rossoni, Cacioli, Paoli, Calzola (Boccioletti al 78’); Bellini, Rossi, De Piano (Bortoletti al 62’); Ridolfi (al 16’ Cappuccini); Cruz (Bartomioli al 41’), Baldazzi (Olcese al 78’). A disposizione: Zinani, Dragonetti, Costi, Castellano. Allenatore: Giancarlo Riolfo.

Reti: 24’ Viti

Ammoniti: D’Addario, Valeriani, Protino, Righini - Ridolfi

Espulso: Stefanelli (per proteste)

Note: recupero 3’+5’; angoli 0-9; spettatori 800, di cui circa 50 da Pesaro; terreno di gioco in ottime condizioni; cielo terso, temperatura gradevole.






Questo è un articolo pubblicato il 04-10-2017 alle 15:45 sul giornale del 05 ottobre 2017 - 2964 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, pesaro, rimini, vis pesaro, vis pesaro 1898, vis, vis 1898, rimini calcio, articolo, Riccardo Spendolini, vis pesaro calcio, vis calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aNDE





logoEV
logoEV
logoEV