A Milano la mostra ”Human Wave” dell’artista pesarese Giuliano Del Sorbo

artista pesarese Giuliano Del Sorbo 3' di lettura 03/10/2017 - Inaugurazione, venerdì 6 ottobre dalle 18.00 alle 22.00 con una “Human Wave Live Exhibition” di Giuliano Del Sorbo.

Saranno le figure umane in movimento del pittore Giuliano Del Sorbo a inaugurare venerdì 6 ottobre la mostra “Human Wave” a cura di Sarah Lanzoni nel nuovo spazio espositivo Après-coup Arte, nato in via Privata della Braida 5, nel quartiere di Porta Romana.

Giuliano Del Sorbo, nato a Aylesbury in Inghilterra nel 1956 ma da diversi anni residente a Pesaro dove vive e lavora, esporrà a Milano dieci opere, sintesi dell’evoluzione del suo percorso artistico, dove sono subito in evidenza l’energia e la consapevolezza del gesto, nonchè il grande respiro che accompagna la pennellata.

Un “fare artistico” che potrà essere anche vissuto live in occasione dell’inaugurazione di venerdì 6 ottobre dalle 18.00 alle 22.00, grazie alla creazione in diretta di due opere, e di una terza opera il giorno succesivo, sabato 7 ottobre sempre dalle 18.00 alle 22.00.
La “Human Wave Live Exhibition” - così come la definisce lo stesso artista - è infatti un’azione pittorica dal vivo, che permette al pubblico di vedere la genesi di un’opera d’arte, e a Milano Giuliano Del Sorbo la realizzerà accompagnato dal pianoforte di Daniela Ferrati e dalla voce recitante di Lucia Ferrati.

Nelle opere di Del Sorbo, i cui riferimenti artistici vanno da Raffaello a Modigliani, da Picasso a Giacometti e Bacon, sino ad arrivare al fotografo inglese Eadweard Muybridge, considerato uno dei padri della fotografia in movimento, la figura umana è riferimento costante, ove il colore e la sicurezza del tratto pittorico raccontano al meglio un’onda umana che si muove tra lo spazio e il tempo, tra lo spirito e la materia, dentro e fuori le tele in cui è rappresentata. La solennità delle pose e della gestualità delle figure raccontano il realismo dei corpi dipinti, che prendono vita grazie ai disegni sui quali si appoggiano gli impasti densi dei colori.

Scrive Sarah Lanzoni: “La materia pittorica risulta al tatto sorprendentemente levigata e quasi del tutto priva di spessore, nonostante siano visibili i diversi strati di olio, frequentemente combinato all’uso dell’acrilico e steso per successive sovrapposizioni”.

Tra le opere presenti a Milano, accanto alle due tele “Senza titolo” che verranno realizzate venerdì 6 ottobre in occasione dell’inaugurazione, ricordiamo “Forma ulteriore”, che costituisce l’essenza del suo creare per sottrazione, eliminando poco alla volta porzioni di materia pittorica dalla figura intera; “Figura II”, in acrilico e olio su sfonfo beige, a esprimere l’idea dello spazio per Del Sorbo; “Soldato greco” e “Deposizione”, espressioni della ricerca più recente dell’artista, su sfondo nero e sempre in acrilico e olio.

GIULIANO DEL SORBO
“HUMAN WAVE”
A cura di Sarah Lanzoni


Galleria “Apés-Coup”
Via Privata della Braida 5, Milano
6 ottobre – 11 novembre 2017






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2017 alle 09:36 sul giornale del 04 ottobre 2017 - 1466 letture

In questo articolo si parla di cultura, mostra, milano, artista pesarese, giuliano del sorbo, Human Wave

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aNAP





logoEV
logoEV
logoEV