Volley Pesaro sconfitta da Scandicci, test di serie A comunque positivo

Volley Pesaro 3' di lettura 01/10/2017 - Primo assaggio di serie A per il Volley Pesaro contro una squadra di pari grado. Il test non può considerarsi attendibile perché sia Scandicci che Pesaro si sono presentati a questo appuntamento prive di alcune pedine fondamentali come Samadova e Bosetti per le ospiti e Van Hecke, Aelbrecht e Nizetich tra le rossoblù con Cambi appena rientrata dagli impegni con la Nazionale.

Primo set equilibrato almeno nelle prime battute con Scandicci che, con il passare degli scambi, mette il muso avanti tenendo a debita distanza le padrone di casa leggermente fallose in battuta. Un attacco di seconda di Arrighetti murato out da Carraro porta le ospiti sull’1-0.

Nella seconda frazione parte decisamente forte Scandicci (8-3) ma con Olivotto in battuta Pesaro piazza un parziale di 3-0 riaprendo il set (6-8). Grazie a difese da urlo, Scandicci allunga a metà del set (15-9) costringendo Bertini a fermare il gioco. Bianchini in battuta cerca di spaccare il set (17-10). E’ l’allungo decisivo: ed è ancora Arrighetti, questa volta in fast, a portare sul 2-0 Scandicci.

Nel terzo parziale Bertini manda in campo la Cambi. Avvio equilibrato con Arciprete che, con una pipe impatta sul 6 pari. Ma la ricezione rossoblù soffre le battute ficcanti delle toscane ed è presto 13-7 per le ospiti (parziale di 7-1). Ma Pesaro non ci sta e prova a tenere vivo il set (11-15). Scandicci però riprende il comando delle operazioni e un attacco potente della Haak non è difeso da Pesaro ed è 3-0.

Gli allenatori decidono di continuare a giocare ed è il turno di Isabella Di Iulio in cabina di regia mentre Bertini sposta in posto “2” Bokan inserendo Bussoli. Il parziale è equilibrato fino all’8 pari quando, con Di Iulio in battuta, Scandicci prova a scavare il primo solco (11-8). Pesaro non si perde d’animo e un errore in ricezione delle ospiti è sfruttato da Bokan ed è ancora parità (12-12). Da qui in poi si procede punto a punto con Scandicci che ha sempre un piccolo margine di 2 punti ma sul finire della frazione è ancora parità (22-22) grazie ad un attacco di Bussoli e una veloce di Mancini. Si va ai vantaggi, interminabili con le squadre che si scambiano di continuo il set ball decisivo. Un invasione (contestata) di Olivotto e un muro di Papa chiudono la contesa.

“E’ stato un test positivo – commenta alla fine Bertini – perché abbiamo visto viaggiare la palla a velocità diversa dalle altre amichevoli dandoci spunti interessanti su cui riflettere e lavorare. Sono molto soddisfatto di quanto visto in attacco e dovremo porre maggiore attenzione sull’asse muro-difesa. Ma dalla prossima settimana, con il rientro di Van Hecke e Aelbrecht cominceremo a lavorare praticamente a ranghi completi alzando l’intensità. Al torneo di Scandicci vedremo sicuramente un’altra squadra”.

Volley Pesaro – Salvino Del Bene Scandicci 0-4 (16-25; 13-25; 18-25; 33-35)

VOLLEY PESARO: Bokan 14, Olivotto 9, Baldi 8, Arciprete 8, Lapi 5, Carraro; Ghilardi (L), Cambi 2, Bussoli 6. All.: Bertini.

SCANDICCI SAVINO DEL BENE: Carlini 2, Bianchini 11, Ferreira Da Silva 20, Haak 25, Papa 16, Arrighetti 12; Merlo (L), Di Iulio 1, Mancini 5, Ferrara (L). All. Parisi.

ARBITRI: Luciani e Rossetti.

Volley Pesaro: battute sbagliate 8; battute vincenti 2; ricezione 41% (prf. 23%); attacco 34%; errori 18; muri 0.
Savino Del Bene: battute sbagliate 11; battute vincenti 11; ricezione 58% (prf. 24%); attacco 49%; errori 28; muri 9.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2017 alle 01:01 sul giornale del 02 ottobre 2017 - 850 letture

In questo articolo si parla di sport, pesaro, volley, sport pesaro, volley pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aNwV





logoEV
logoEV