Coldiretti: "bollino rosso" nelle stalle marchigiane, massima allerta per la provincia di Pesaro

1' di lettura 03/08/2017 - Bollino rosso fino a domenica 5 agosto nelle stalle marchigiane, con il caldo che aumenterà lo stress per gli animali e porterà un ulteriore calo di produzione di latte e formaggi. A lanciare l’allarme è la Coldiretti regionale sulla base dei dati Ucea, secondo i quali l’allerta massima interesserà dall’intera provincia di Pesaro Urbino alla fascia collinare e costiera del territorio di Ancona fino a tutta la fascia litoranea delle altre province.

Oltre ai rischi per gli animali, il fenomeno porta ad un aumento dei costi per gli allevatori, per i maggiori consumi di acqua ed energia oltre che per un’alimentazione ad hoc per le mucche, ricca di sali minerali e altre sostanze utili a contrastare l'afa. Ma continua a calare anche la produzione di latte, -30 per cento rispetto alla norma, mentre il caldo assedia anche gli ovili, dove il crollo è addirittura del 50 per cento, con i pastori che sono stati costretti a smettere di mungere due mesi prima del normale.

Un fenomeno, spiega Coldiretti, che si ripercuote anche sulla produzione di formaggio pecorino e che è principalmente legato alla mancanza di fieno fresco, con le temperature record che hanno “bruciato” fino al 50 per cento dei foraggi per l’alimentazione degli animali. Ma gli allevatori sono in difficoltà anche a garantire la stessa acqua per i capi, con il terremoto che ha “spostato” le falde idriche, lasciando all’asciutto molte aziende.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2017 alle 11:23 sul giornale del 04 agosto 2017 - 2164 letture

In questo articolo si parla di attualità, coldiretti, coldiretti marche, ondata di calore

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLRK





logoEV