Football americano, al Prima Hangar presentati gli UTA Pesaro: debutto domenica 5 marzo a Parma contro i Panthers

3' di lettura 25/02/2017 - Archiviata la vittoria del campionato di II Divisione, conquistata al "Dino Manuzzi" di Cesena contro i Barbari Roma Nord, i Ranocchi UTA sono pronti per recitare il proprio ruolo nella massima serie del football americano italiano.

E quale approccio migliore a un campionato così probante di una presentazione in grande stile? Ieri sera infatti al Prima Hangar, suggestivo locale in Strada dei Colli (zona Ledimar), sono stati levati tutti i veli al sodalizio pesarese-forlivese, carico a molla per un campionato nel quale l'obiettivo primario é senza dubbio ben figurare.

Ad aprire la serata (mangereccia prima, danzante poi) le parole del presidente Francesco Fabbri: "Pesaro ha avuto grande successo in Serie A. L'unione di Pesaro e Forlì ha dato la concreta possibilità di partecipare al primo campionato di A1 in sodalizio. Come società siamo riusciti a portare avanti un grande progetto. Questa sera é d'obbligo il divertimento, dopo allenamenti intensi tra Pesaro e Forlì". Poi un annuncio, peraltro già anticipato dal calendario edito da qualche tempo: "La prima gara di campionato la disputeremo Il 5 marzo allo Stadio "Ennio Tardini" di Parma contro i Panthers". Quel Tardini che, é bene ricordare, ha visto vita (molta), morte (troppa) e miracoli (altrettanti) del Parma calcio: uno stimolo in più per partire in trasferta e supportare i ragazzi.

Capitolo calendario: dopo l'esordio del 5 marzo a Parma, si passerà al doppio impegno casalingo nel rinnovato impianto di via Respighi (ingresso gratuito) prima contro i Giaguari Torino (12/3) e poi contro i Grizzlies Roma (19/3). Da segnalare il derbissimo con i Dolphins Ancona (in casa, 30/4), che é anche la sfida del cuore di Giuseppe Palato di GLS, sponsor di entrambe le compagini. Chiude la sequenza di 10 partite lo scontro in terra bolzanina con i Giants Bolzano (4/6).

Ritornando alla serata, segue l'intervento del co-presidente Fabio Fiordoro, già presidente dei Titans Forlì: "Ringrazio Pesaro per la serata. Della città invidio due cose: i media, presenti in gran numero, e le istituzioni. Per noi é il primo anno in A. Il nostro é un progetto rivolto al futuro, vogliamo vincere un campionato col binomio UTA". Il clima di festa é tangibile, i giocatori paiono già parecchio affiatati, così come il coaching staff. Ma é nel momento in cui i tre USA (Chase Venuto, Alec Iacovelli, Robert Kendall) salgono sul palco a dialogare con l'addetto stampa Elisabetta Ferri che la situazione si fa ancora di più frizzante. Ancora: un head coach Francesco Sclafani tremendamente motivato per la stagione a venire, l'eterno Alessandro Angeloni diviso tra campo e coaching staff (giocherà?), un Giovanni Ranocchi (sponsor) che crede in grandi traguardi, Banca Generali e GLS ancora vicini. Chiudono l'assessore al Benessere Mila Della Dora e il presidente provinciale del CONI Alberto Paccapelo, entrambi concordi sulla passione e sull'importanza di ciò che l'amministrazione comunale sta facendo per lo sport pesarese. Due dati finali: il CSV (Centro Servizi Volontariato) Marche presterà il proprio logo sulle maglie da gioco; la società metterá a disposizione una card per sostenere la squadra e le sue spese.

Ora non resta che seguire (gratis, perlomeno a Pesaro) i ragazzi in questa intensa avventura, che speriamo possa garantire alla Pesaro sportiva immense soddisfazioni. Go UTA!


   

di Riccardo Spendolini







Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2017 alle 00:42 sul giornale del 26 febbraio 2017 - 1133 letture

In questo articolo si parla di sport, pesaro, articolo, Riccardo Spendolini, Uta Pesaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aGO2





logoEV
logoEV
logoEV


.