Buon esito della IV Pesciolata Lions

Pesciolata Lions Pesaro piazzale della libertà 3' di lettura 27/07/2016 - È andata in porto la "IV Pesciolata Lions", svoltasi nella nostra città, in Piazzale della Libertà, accanto alla Sfera di Pomodoro, centro principale costiero - un encomio a chi l'ha ideata -, organizzata dai Club della Zona A: Pesaro Host e Della Rovere, Fano, Urbino, Senigallia, Pergola Val Cesano, insieme ai Leo Pesaro e Pergola Val Cesano, con una notevole partecipazione di pubblico ed i gratificanti elogi del sindaco Matteo Ricci.

Riuniti sul palco, i presidenti dei Sodalizi: Michele Graziano Giua e Michele Fabiani del Pesaro Host e del Della Rovere, Paolo Serafini di Fano, Vally Baffone di Urbino, Dario Pescosolido di Senigallia, Grazia Badioli vice presidente di Leo Pesaro, con gli officer distrettuali, fra cui i presidenti della II Circoscrizione Bruno Versace e della Zona A Maurizio Dini, hanno illustrato il service nazionale correlato a quest’ evento, patrocinato dal locale Comune, sostenuto dal Gruppo Diba, Midor 30, Zolfanelli Impianti, Birra Collesi, Farmacia Antonioli. Il ricavato della serata sarà devoluto per la donazione di cani guida ai non vedenti.

Patrizia Balsamo, coordinatrice distrettuale ed Emilia Marsigliani responsabile della III Circoscrizione per questo service, hanno riferito che il Centro di Limbiate, in prossimità di Milano, sorto nel 1959 e quarto in Europa per la sua importanza, svolge una qualificata ed esemplare attività di addestramento dei cani. Le razze più idonee a tale scopo sono i Labrador ed i Golden. L'addestramento non è agevole, dopo tre anni di allattamento, il cucciolo è affidato ad una famiglia per farlo abituare a vivere fra le persone, bambini, anziani, a camminare per le strade affollate, ai rumori, al chiasso, alla musica, alla televisione, in maniera che sia, poi, pronto al trascorrere quotidiano. Ad un anno di età, è affidato al citato Centro, ove abilissimi addestratori riescono a far sì che sia d’indispensabile aiuto a coloro che sono privi di vista. Da tutto ciò si evince come il costo assurga ad oltre € 10.000,00 cadauno. Ogni anno, sono consegnati 50 cani, per un totale dall'inizio della sua funzione di 2100. È stato così possibile consentire una nuova vita a tanti non vedenti.

Per conferire maggiore concretezza a quanto esposto, era presente la signora Monica, non vedente, con il proprio cane guida, Venus, la migliore sua amica che ha desiderato presentare al pubblico, che le è stata donata dai Lions. Si avvale di questo prezioso ausilio da due anni e mezzo. Venus, molto sociale, l’accompagna a lavorare, la riporta a casa, l’aiuta ad oltrepassare i semafori, gli incroci, gli eventuali ostacoli, a trovare un posto per sedersi, al pari di una persona. Questo percorso è ripetuto quotidianamente e Monica si attiene fedelmente ai prestabiliti comandi. Ha così terminato: "Chi non sa che cosa vuol dire avere un Labrador, non si sveglia contento la mattina".

È stato altresì sottolineato dai Lions che, nell'anno prossimo, in occasione del loro centenario, è in programma un altro obiettivo: debellare il morbillo che causa 150 decessi di bambini ogni giorno. A questo punto è stato rivolto il caloroso invito, ai pesaresi ed ai turisti in ascolto, di prendere parte al banchetto per gustare il pesce e, nello stesso tempo, soddisfare l'animo per l'opera compiuta. La cena è stata di gradimento e l’accreditata "Piccola Orchestra Swing", di Senigallia, diretta da Dario Pescosolido si è impegnata nel cantare e suonare le canzoni degli anni 30 e 40, quanto mai apprezzate da tutto l'uditorio.

Molti passanti hanno fatto sosta.


   

da Giuliano Albini Ricciòli





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-07-2016 alle 09:24 sul giornale del 28 luglio 2016 - 1304 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, piazzale della libertà, Giuliano Albini Ricciòli, Pesciolata Lions

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/azCz





logoEV
logoEV


.